Federcontribuenti: “Staccare riscaldamento? Minaccia tragicomica da parte delle Province inutili”

Marco Paccagnella commenta la notizia della ventilata minaccia di staccare il riscaldamento nelle scuole superiori italiane, gestite dalle Province

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Quella del presidente Saitta è una tragicomica e involontaria autodenuncia di inutilità delle provincie, che vanno abolite più che accorpate". A dirlo il presidente di Federcontribuenti Marco Paccagnella commentando la notizia della ventilata minaccia di staccare il riscaldamento nelle scuole superiori italiane, gestite dalle Provincie, in caso di tagli al budget degli enti in dismissione.

"Crediamo che la minaccia del presidente Saitta contenga in sè anche la risposta a cosa servono le Provincie stesse - spiega Paccagnella - e cioè a far andare i termosifoni nelle scuole e a spargere il sale nelle strade, e poco altro. Crediamo invece siano seri altri tipi di progetto, come quello della città metropolitana di Padova con Treviso e Venezia: abbiamo incontrato questa mattina con una delegazione il vice sindaco fi Padova Ivo Rossi e siamo convinti che il progetto di aggregazione sovracomunale tra le tre città cuore del Nord Est sia una buona maniera per dare senso al governo del territorio, a patto che la città metropolitana non sia la somma dei tre enti provincia esistenti, ma diventi la cabina di regia del disegno del nuovo Veneto che deve tornare a crescere ed ad essere la locomotiva d'Italia".
 

Torna su
PadovaOggi è in caricamento