menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione a Padova della nuova "Forza Italia" (fonte: Twitter Giancarlo Galan)

La presentazione a Padova della nuova "Forza Italia" (fonte: Twitter Giancarlo Galan)

Presentata a Padova la nuova "Forza Italia" del Veneto

Alla presenza dei parlamentari e dei consiglieri regionali, venerdì si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del movimento riproposto da Berlusconi all'indomani della diaspora dei pidiellini di governo

Si è tenuto a Padova, nella sede regionale del partito di viale dell'Industria, la presentazione del nuovo movimento “Forza Italia” in Veneto e del nuovo assetto politico-istituzionale che si è creato dopo la scissione del Pdl con la "diaspora" dei pidiellini di governo e la scelta di Fi di non votare la fiducia alla legge di Stabilità, passando da forza politica di maggioranza a opposizione.

IN PRIMA LINEA. Nell’incontro erano presenti i parlamentari e i consiglieri regionali, tra cui Renato Brunetta - presidente del gruppo parlamentare -, l'ex governatore Giancarlo Galan, Amalia Sartori, il capogruppo in Regione Leonardo Padrin, Cinzia Bonfrisco, Maria Casellati, Sergio Berlato, Elisabetta Gardini, Pierantonio Zanettin, Remo Sernagiotto. Le linee della fase costituente di Fi sono state ricordate in una lettera inviata in mattinata da Silvio Berlusconi a senatori deputati e parlamentari europei: un "tridente" organizzativo formato dai club "Forza Silvio", da un partito rilanciato e dagli eletti a tutti i livelli dall'Europa ai Comuni.

IL COUNT DOWN. I parlamentari forzisti veneti hanno tenuto a sottolineare che la decisione della Corte Costituzionale di bocciare il "porcellum" ha fatto scattare il conto alla rovescia sulla fine del parlamento italiano. "Adesso - ha spiegato l'ex ministro - ci sono 148 parlamentari della sinistra abusivi, quelli entrati con il premio di maggioranza. Chiediamo subito una nuova legge elettorale per tornare al voto, altro che attendere il 2015. Vedremo cosa dirà Letta. Quando verrà resa nota la sentenza questa sarà ablativa del premio di maggioranza. Tutti a casa". Brunetta ha quindi sottolineato che Forza Italia sta già avviando una "battaglia" parlamentare per fare in modo di giungere ad una ridistribuzione dei voti tra quegli eletti che proprio in virtù del premio di maggioranza "sono stati scalzati e sono rimasti fuori dal parlamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento