Bitonci: "Referendum per far scegliere a Ponte San Nicolò di fondersi con Padova"

Il sindaco di Padova in merito all'ipotesi di fusione del Comune della cintura con altri limitrofi: "Ponte San Nicolò, Polverara e Legnaro si uniscano a Padova per avere servizi e municipi"

Un referendum per far decidere agli abitanti di Ponte San Nicolò se vogliono diventare padovani. È la proposta del sindaco Massimo Bitonci, in merito all'ipotesi di fusione del Comune della cintura con altri limitrofi, per condividere servizi e risorse: "Il sindaco di Ponte San Nicolò, Enrico Rinuncini, dovrebbe guardare ad una fusione con Padova, non con altri Comuni - sottolinea Bitonci - e una scelta come questa non può prenderla un'amministrazione da sola, ma richiede la consultazione dei cittadini".

REFERENDUM. "Chi abita a Ponte San Nicolò e conosce la geografia padovana sa che ci sono comuni, come questo, incastonati nel territorio padovano - dichiara Bitonci - chi abita al confine con Padova dovrebbe avere gli stessi servizi che ha il capoluogo, sia come trasporto pubblico sia come servizi scolastici. Noi offriamo agli abitanti della cintura di diventare padovani ed usufruire degli stessi mezzi di chi già risiede in città". Il sindaco del capoluogo euganeo guarda più in là: "Si potrebbe anche pensare ad una fusione dei tre Comuni - Ponte San Nicolò, Legnaro e Polverara - con Padova, per incrementare il numero di abitanti e avere la possibilità, valida per i Comuni sopra i 250mila abitanti, di costituire i municipi".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MOZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE. Sulla vicenda erano intervenuti, nei giorni scorsi, anche i consiglieri comunali Davide Favero e Alessandro Aggio, parlando della fusione di Ponte San Nicolò con Padova come di un'opzione "naturale" e "vantaggiosa": "Abbiamo depositato una mozione, prossima al voto in consiglio comunale a Padova, che avvierà un confronto tra le amministrazioni dei due Comuni in esame, per capire, con studi specifici e valutazioni tecniche, se l'ipotesi di fusione possa portare vantaggi per tutti. Siamo fiduciosi che la nostra proposta troverà l'approvazione del consiglio comunale, come già ha trovato il favore del Sindaco Massimo Bitonci, il quale, sul tema, si è già dichiarato a favore, sottolineando quanto sia importante, su questi temi, ascoltare soprattutto ciò che i cittadini desiderano e quanto sia fondamentale quindi dar loro i giusti strumenti per valutare i fatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento