menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giancarlo Galan

Giancarlo Galan

Giancarlo Galan, Camera boccia la richiesta: stavolta il voto non slitta

Con 289 voti di scarto, è stata respinta la domanda del deputato di Fi, accompagnata lunedì da una lettera a Laura Boldrini. La decisione sull'arresto avverrà dunque, come previsto, martedì 22 luglio

Respinta la richiesta di Giancarlo Galan di rinvio del voto. La Camera si pronuncerà dunque giovedì in merito all'arresto dell'ex governatore del Veneto, nell'ambito della vicenda Mose.

RESPINTA RICHIESTA DI RINVIO. 289 voti hanno fatto la differenza. La consultazione non sarà dunque posticipata di un mese, a quando cioè il deputato di Fi sarebbe stato in grado di presenziare in aula ed esporre le ragioni di sussistenza del "fumus persecutionis" contro di lui. A respingere la domanda, Pd, M5s e Sel.

L'ATTESA DI GALAN. Lunedì Galan aveva inviato una lettera alla presidente della Camera Laura Boldrini, chiedendole di attendere almeno il 20 agosto per il voto in aula. Un ultimo vano tentativo. In queste ore il parlamentare si trova all'ospedale di Este, nel reparto di Medicina (nei giorni scorsi era in cardiologia), ed è in attesa del verdetto. Massima discrezione e porte serrate nei corridoi del nosocomio per non fare avvicinare i curiosi.

LETTERA A BOLDRINI: "Ci devo essere, rinviate voto" - VOTO SLITTA ANCORA: Rinvio al 22 luglio - GALAN IN OSPEDALE: Legali chiedono domiciliari - GALAN RICOVERATO: Difesa ottiene rinvio del voto - LA GIUNTA: "Nessuna persecuzione" - LO SFOGO: "Non mi occuperò più di politica" - LA MEMORIA DIFENSIVA: "La mia verità sulla villa di Cinto" - IL SEQUESTRO: Sigilli a ville e barche - CASO MOSE: Richiesta d'arresto per Galan

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento