No al gioco d'azzardo, Ivo Rossi firma proposta di legge dell'IdV

Nella provincia di Padova sono 70mila i giocatori abituali, di cui 15mila a rischio ludopatia e 3mila sono giocatori patologici. In media ogni padovano gioca 709 euro l'anno, poco meno del 2,5% del Pil provinciale

È del sindaco reggente Ivo Rossi la firma padovana numero 1.500 alla proposta di legge di iniziativa popolare contro il gioco d'azzardo, avviata da Italia dei Valori. "In questi giorni siamo nelle piazze con i nostri gazebo per l'ultima tornata della raccolta firme – dice il capogruppo regionale e componente della segreteria nazionale di Italia dei Valori Antonino Pipitone che, con gli assessori comunali IdV Silvia Clai e Giovanni Battista Di Masi, ha fatto visita a Rossi martedì mattina a palazzo Moroni – Padova è una delle province in cui la nostra proposta ha raccolto maggior successo. Stavamo per arrivare a quota 1.500 ed abbiamo pensato di far tagliare il traguardo al nostro sindaco".

I DATI PADOVANI. Nella provincia di Padova sono 70mila i giocatori abituali, di cui 15mila a rischio ludopatia e 3mila sono giocatori patologici. In media ogni padovano gioca 709 euro l’anno, poco meno del 2,5% del Pil provinciale.

DISINCENTIVARE L'AZZARDO. "Abbiamo chiesto – racconta Pipitone in rappresentanza anche dei suoi colleghi di partito - un impegno al sindaco per modificare i regolamenti comunali, con un intervento chiaro nelle politiche sul gioco. Quindi la creazione di aree “no slot”, un incentivo alle attività commerciali che non installano le macchinette, e nel contempo un disincentivo dal punto di vista fiscale per i bar ed i locali che accolgono le slot. In questi ultimi tempi – sottolinea il politico padovano - sembra che tutti si stiano accorgendo del dramma sociale causato dal gioco d'azzardo e dalle slot machine, e cavalchino la battaglia che da mesi IdV sta portando avanti con questa raccolta firme. A breve lanceremo anche un nostro progetto di legge regionale, perché i dati non lasciano scampo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento