Giordani replica a Bitonci e ai leghisti: «Voi fate campagna elettorale, noi ci occupiamo di risolvere i problemi»

«Potevano fare 100 metri e andare ai giardini dell’Arena, fermarsi in quel luogo riflettendo sul fatto che la dove negli scorsi anni la situazione era una vergogna nonostante certi proclami, oggi c’è una situazione piacevole e la gente si è’ ripresa spazi di socialità»

Nel pomeriggio è arrivato il commento del sindaco Sergio Giordani rispetto all'iniziativa organizzata dalla Lega all'incrocio tra via Bixio e via Cairoli in zona stazione: «Rispetto al raduno di oggi che ha visto alcuni dirigenti ed eletti leghisti di Padova e provincia e alcuni esponenti di Casa Pound, in stazione, dico che come Sindaco civico non ho tessere e neppure simboli da ossequiare. Non mi occupo delle campagne elettorali dei partiti bensì della città e della risoluzione dei suoi problemi».

Regionali

«Le regionali si avvicinano e nonostante non abbia mai fatto politica - così dichiara Giordani - in vita mia posso comprendere che agitare i problemi possa pagare e portare qualche (pochi) voto, anche se dubito che i Padovani credano a tutto e tante volte ho sperimentato il loro buon senso. Sanno benissimo che chi oggi urla quando poteva ha fatto poco così come sanno bene che se l’ex ministro dell’interno si fosse occupato meno dei voti della lega dalle spiagge e più di aiutare noi sindaci e in particolare Padova forse oggi avremmo fatto alcuni passi avanti. Non importa, per la stazione stiamo profondendo il massimo impegno e continueremo così».

Arena

«Confermo  - conclude il sindaco - che siamo consapevoli che non è facile risolvere la situazione in quella zona, quella attorno alla stazione, stiamo valutando alcune azioni straordinarie da sperimentare. Lavoreremo con passione per dare più serenità alla zona ben sapendo che sventolare occasionalmente la bandiera della lega davanti alle telecamere non risolverà nulla. Anzi potevano fare 100 metri e sventolarla anche ai giardini dell’Arena, per fermarsi in quel luogo riflettendo sul fatto che la dove negli scorsi anni la situazione era una vergogna nonostante certi proclami, oggi c’è una situazione piacevole e la gente si è’ ripresa spazi di socialità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento