menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Galan costretto a lasciare la poltrona? L'ultima parola spetta alla Camera

Nonostante la sua difesa, la giunta delle elezioni si è espressa a favore della decadenza da deputato. L'ex governatore del Veneto rischia di lasciare l'incarico a seguito della vicenda giudiziaria che lo ha visto coinvolto con lo scandalo Mose

La giunta delle elezioni della Camera ha votato per la decadenza da deputato di Giancarlo Galan per "cause sopraggiunte di ineleggibilità". L'ultima decisione spetta all'aula di Montecitorio.

ADDIO ALLA POLTRONA. Nonostante la difesa dell'ex governatore, coinvolto nell'ambito dello scandalo Mose, la decisione è parsa irremovile. In base alla legge Severino, Galan rischia di dover lasciare la poltrona a seguito della vicenda giudiziaria che lo ha visto coinvolto, con il patteggiamento di due anni e dieci mesi ai domiciliari per corruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento