Il giovane Dianin lascia Salim e passa con Gislon: «Riporterò i ragazzi al voto»

Si definisce "giovanilista" e ha accettato la proposta della candidata sindaca di Orizzonti per riavvicinare la sua generazione al civismo

Alessandro Dianin lascia il movimento legato a Salim El Maoued e va con Francesca Gislon. A lui ora è stato affidato il compito di creare entro l'autunno il movimento giovanile di Orizzonti, per radicarsi meglio in città: «Non potevo fare scelta migliore, perché già durante la campagna elettorale avevo capito che il miglior movimento civico era rappresentato da Orizzonti - dice Dianin - ma adesso devo completare il mio percorso da “giovanilista” e portare i ragazzi della mia età a riappassionarsi della politica e al voto». Francesca Gislon invece, nonostante il risultato decisamente negativo è tutt'altro che abbattuta: «Non sono per niente pentita di non aver costruito un cambiamento dall'interno della maggioranza. Ho fatto una campagna elettorale per far capire quanto sia sbagliato lavorare contro, ma questo non vuol dire che non mi senta ancora un'alternativa».

Video popolari

PadovaOggi è in caricamento