Imprenditore suicida, le reazioni della politica: "Giovani abbandonati, servono aiuti veri"

Sono concordi gli appartenenti a schieramenti diversi: dalla Lega a Liberi e Uguali, fino a Fratelli d'Italia, l'appello unitario a politiche più attente verso i piccoli imprenditori

Dopo la morte del giovane imprenditore 24enne che domenica si è tolto la vita nell'azienda di famiglia, schiacciato dalla crisi economica, gli esponenti del mondo politico si sono espressi con parole dure nei confronti della situazione che sta mettendo in ginocchio sempre più professionisti.

Lega: "Non si può morire di sfratto"

La prima, provocatoria, reazione è arrivata del deputato patavino della Lega, Alberto Stefani, che ha riportato alla ribalta il polverone sollevato nei giorni scorsi dopo la manifestazione delle ormai celebri "magliette rosse". "Il suicidio dell'imprenditore originario di Trebaseleghe è una notizia che addolora tutti - afferma Stefani - ma non vedo nessuno indossare magliette rosse di fronte a gesti disperati ed estremi come questi. Questa tragica vicenda è una sconfitta amara per il sistema Paese, un monito che richiama la necessità urgente di dare risposte concrete per ridare ossigeno alle imprese, soprattutto le piccole. Non si può morire di sfratto".

LeU: "I giovani imprenditori dimenticati"

A ruota arrivano anche le dichiarazioni di Piero Ruzzante, di Liberi e Uguali. Il gruppo esprime solidarietà e vicinanza alla famiglia e punta il dito sulla mancata attenzione da parte della regione Veneto. "Questo suicidio è una notizia che ci addolora tutti, è una tragedia che rappresenta la sconfitta della classe dirigente che governa il Veneto e il Paese - afferma il consigliere regionale -. La Giunta Zaia ha dimenticato i giovani e i giovani imprenditori e questo è il risultato: l'imprenditoria giovanile è in costante declino nella nostra regione, anche nel 2017 in calo del 4,1%, 1.456 imprese guidate da un giovane in meno. Parallelamente, la disoccupazione giovanile aumenta in Veneto del 2%, passando nell’ultimo anno dal 18,7% al 20,9%". "I giovani scappano dal Veneto, che è sempre meno attrattivo - osserva Ruzzante - con un'emigrazione che ha ormai superato la soglia di attenzione: 10.751 veneti emigrati nel 2016, il 13,2% in più rispetto all'anno precedente. C'è di peggio: nel prossimo anno scolastico spariranno 7mila studenti dalle scuole venete: una tendenza demografica preoccupante". "È il gesto estremo e disperato di chi è stato abbandonato - conclude - prima di tutto, spiace dirlo, dalle istituzioni. Da chi governa il Veneto da vent'anni, solo chiacchiere: ora sono tornati al governo anche a Roma e non hanno più alibi".

FdI: "Serve un apposito assessorato provinciale"

Anche Fratelli d'Italia attraverso le parole di Massimiliano Barison auspica manovre concrete per andare in soccorso dei professionisti in difficoltà. "É inammissibile morire a 24 anni per lo sfratto del capannone, a causa di una situazione economica negativa dell’attività aziendale ereditata. Il Governo deve prevedere fondi speciali per sostenere le aziende in difficoltà - dichiara il coordinatore di FdI Padova - un atto intermedio tra l’insolvenza e il concordato preventivo, con formule di verifica e di aiuto temporaneo per uscire da situazioni di crisi non risolvibili dal singolo imprenditore". “Quantomeno a livello provinciale dovrebbe esserci un assessorato dedicato all’imprenditorialità locale - prosegue Barison - politiche sociali ed economiche di sostegno e affiancamento agli imprenditori in difficoltà. La piccola e media impresa è il telaio dell’economia italiana, non essere al suo fianco nei momenti di gravi difficoltà non è concepibile. É auspicabile l’istituzione a livello provinciale di un punto di riferimento che metta in rete la provincia, i comuni, le associazioni di categoria e la camera di commercio con il coordinamento della Regione per non lasciare soli i nostri imprenditori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento