Focus sulla sanità: Luca Zaia incontra i rettori delle Università di Padova e Verona

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha incontrato martedì 22 ottobre i Rettori delle Università di Padova, Rosario Rizzuto, e di Verona, Pier Francesco Nocini

Rosario Rizzuto e Luca Zaia

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha incontrato martedì 22 ottobre i Rettori delle Università di Padova, Rosario Rizzuto, e di Verona, Pier Francesco Nocini.

Luca Zaia

Spiega il Governatore Zaia: «È un momento di grande positività, durante il quale abbiamo discusso di vari temi e collaborazioni, presenti e future, tra le nostre istituzioni, trovando piena sintonia nel lavorare assieme nell’interesse dei cittadini veneti e del fondamentale sistema formativo per i nostri giovani. Abbiamo focalizzato la nostra attenzione sul grave problema della carenza di medici in tutta Italia (56.000) e nel Veneto (non meno di 1.300), ragionato dell’aspetto delle borse di studio, della formazione dei 500 giovani medici laureati e abilitati, ma non specializzati che la Regione sta reclutando attraverso due chiamate, una per i Pronto Soccorso e una per la Medicina interna, di come fare squadra per affrontare l’intera questione. Sono molto soddisfatto, perché la squadra c’è e oggi i due Rettori me ne hanno dato autorevolissima conferma».

Rosario Rizzuto

Per il Rettore di Padova, Rizzuto, «è stato un incontro proficuo e costruttivo, nel quale, con il collega di Verona, abbiamo riconfermato l’impegno forte dei nostri due Atenei a sostegno della sanità veneta con le nostre attività di ricerca, formazione e assistenza. Sulla carenza di medici – ha aggiunto il Rettore Rizzuto– abbiamo riscontrato la volontà comune di collaborare per dare in tempi rapidi una soluzione all’emergenza che si è creata».

Pier Francesco Nocini

Di «un incontro storico” ha parlato il Rettore di Verona Nocini, «nel quale abbiamo gettato le basi per colmare il gap creatosi nella sanità veneta sul fronte dei medici. Le Università di Padova e Verona sono pronte a lavorare direttamente alla formazione dei giovani che la Regione sta reclutando. Significativa anche la collaborazione avviata sulla possibilità di coinvolgere nell’operazione gli specializzandi dal terzo al quinto anno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Maxi-incendio ad Albignasego: a fuoco l'ex In Bloom, una persona intossicata

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Tamponi rapidi, salgono a trenta le farmacie padovane aderenti all'iniziativa: l'elenco completo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento