Mestrino, PD e Gottardo: «Tutelare piccoli commercianti e persone più deboli»

Un incontro in cui eranp presenti Stefano Artuso e l’ex deputata Vanessa Camani, entrambi candidati come consiglieri con il Partito Democratico alle prossime elezioni regionali

Tutela dei piccoli commercianti e delle persone più deboli. Questi i temi al centro dell’evento organizzato dal Partito Democratico e dal consigliere di opposizione Nicola Gottardo, martedì pomeriggio, presso la Loggia in via IV Novembre a Mestrino. Un incontro in cui sono stati presenti Stefano Artuso e l’ex deputata Vanessa Camani, entrambi candidati come consiglieri con il Partito Democratico di Padova alle prossime elezioni regionali.

Scelte sbagliate

«A Mestrino abbiamo sempre voluto essere un’opposizione costruttiva» spiega il consigliere di Fare Comune, Nicola Gottardo. «Per questo riteniamo che l’amministrazione stia andando incontro a gravi errori nella visione programmatica del nostro territorio. La scelta di azzerare totalmente i fondi di circa 390 mila euro destinati all’edilizia popolare senza indicare una destinazione alternativa crediamo che sia sbagliata perché presa nel momento meno adatto, con 300 famiglie a Mestrino già a rischio povertà, con una crisi economica purtroppo già in atto e col pericolo della pandemia sempre dietro l’angolo.  Stesso discorso poi per le continue aperture di nuovi supermercati, la prossima lungo la SR11, che stanno facendo soffocare le piccole attività commerciali di paese. Queste piccole attività sono state tanto ringraziate durante la pandemia, ma ora che non fanno più comodo vengono dimenticate favorendo invece la grande distribuzione».

Fare impresa

«Riteniamo che siano scelte politiche che vanno verso una direzione sbagliata» commenta Stefano Artuso del Partito Democratico. «Siamo a favore di chi vuole fare impresa, ma una politica che favorisce solo la grande distribuzione a discapito delle piccole realtà commerciali non è una politica che sta dalla parte dei cittadini: un aspetto questo che è di competenza della Regione, che deve smetterla di voltarsi ogni volta dall’altra parte a discapito dei più piccoli. Per quanto riguarda il sociale questo è un momento in cui molte più famiglie rischiano di andare in difficoltà economica e le istituzioni devono tenere conto anche di una possibile emergenza abitativa». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Zaia, nuova ordinanza: «Tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero in Veneto»

  • Mancato utilizzo della mascherina: chiusi per 5 giorni cinque bar della città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento