menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pubblicato l’ “indicatore di tempestività dei pagamenti” da parte delle amministrazioni comunali: Padova si conferma una eccellenza

Il Comune di Padova si conferma pagatore impeccabile: le fatture sono liquidate in media 4,17 giorni prima della scadenza dei 30 giorni. Il Capo Settore Risorse Finanziarie spiega come si è arrivati a questo risultato virtuoso

E' stato ubblicato l’ “indicatore di tempestività dei pagamenti” da parte delle amministrazioni comunali per il primo trimestre 2019. Padova si conferma una eccellenza: infatti il tempo di pagamento di una fattura al fornitore avviene in media 4,17 giorni prima della scadenza prevista di 30 giorni. Un risultato che premia l’impegno dell’Amministrazione padovana e rende serene le imprese fornitrici.

Finanze

“Questa Amministrazione fin dal suo insediamento ha messo tra i suoi obiettivi primari quello di pagare i fornitori nei tempi previsti o addirittura prima – spiega Pietro Lo Bosco Capo Settore Risorse Finanziarie- Ovviamente non è stato un obiettivo semplice da raggiungere e questo dato riconosce oggettivamente il buon lavoro che abbiamo fatto in questa direzione. Il Comune è una delle “aziende” più importanti della Provincia, appalta tanti lavori e ha numerosissimi fornitori. Pagare nei tempi contrattuali, o prima, oltre che doveroso, è anche un modo per non mettere in difficoltà tante aziende, che a loro volta hanno dipendenti e fornitori da pagare. E’ un modo per alimentare un circolo virtuoso dell’economia che aiuta anche a crescere. Avere dei clienti che sono dei pagatori puntuali permette di pianificare meglio spese e investimenti e guardare al futuro con maggiore sicurezza. Per arrivare a questo risultato abbiamo innanzitutto rafforzato l’ufficio mandati con una persona in più, e lavorato su una migliore organizzazione interne di gestione delle pratiche. In giugno faremo un corso di formazione che riguarda i colleghi che in tutti i settori si occupano di ricevere le fatture e preparare la documentazione da inviare alla ragioneria. L’obiettivo è diminuire gli errori o le lacune nella preparazione che inevitabilmente portano ad un rallentamento della pratica. Vogliamo così rendere ancora più snello ed efficace il processo di pagamento pur mantenendo alti i doverosi controlli sulle fatture che riceviamo. Infine voglio sottolineare che queste performance sono possibili perché il nostro Comune non ha problemi di cassa: al 31 dicembre in cassa avevamo circa 145 milioni di euro e quindi non ci sono problemi di copertura per il pagamento delle fatture. Questa disponibilità di cassa, oltretutto è indice di un bilancio sano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento