rotate-mobile
Elezioni 2022

Gli intellettuali "mollano" Giordani e scelgono la sinistra di Lendaro

Appello di 33 personaggi del mondo della cultura per votare il candidato sindaco di Tutta Nostra la città

Annunciano pubblicamente che voteranno Luca Lendaro. Una scelta di campo collettiva, precisa, motivata. Trentatre intellettuali, professionisti, esponenti della società civile e di lotte significative nel campo ambientale e sociale, sono i primi sottoscrittori di un appello che sollecita il voto al giovane candidato sindaco della sinistra: «Siamo persuasi - come cittadini attivi ed elettori non passivi - che Luca Lendaro rappresenti fino in fondo la volontà di non accontentarsi più di Amministrazioni subalterne agli interessi privati». Tra loro, personaggi del calibro dell'ex presidente dell'Ordine degli Architetti, Giovanna Osti e molti docenti universitari

Lendaro

Il candidato sindaco commenta: «Sono felice di questo appello da parte di importanti esponenti ed intellettuali di questa città e con questo sento ancora di più la responsabilità di portare dentro le istituzioni la voce di chi in tutti questi anni la voce non l'ha avuta». Secondo i firmatari dell’appello, Padova ha bisogno di opzioni radicali per cambiare davvero la città: «La salute e il reddito per ciascuno, liberi saperi e aggregazioni, la difesa costituzionale della cittadinanza, una città finalmente non più ostaggio di cemento, inquinamento, “green business”  ecco perché quello per Luca Lendaro “si dimostra di conseguenza il voto utile, costruttivo, sostenibile». Il più giovane candidato sindaco riceve così un forte sostegno da una variegata quanto qualificata rappresentanza di mondi sociali uniti nel constatare come: “la nostra città ha bisogno di essere finalmente liberata da lobby, salotti, consorterie, poteri paralleli e dagli “eletti” senza consenso”.

L'appello
 

Il più giovane candidato sindaco, insieme agli interpreti di un altro futuro per Padova, è la vera buona notizia delle Comunali. Siamo persuasi - come cittadini attivi ed elettori non passivi - che Luca Lendaro rappresenti fino in fondo la volontà di non accontentarsi più di Amministrazioni subalterne agli interessi privati. Il suo profilo offre una svolta radicale nella tutela dei beni comuni, dei diritti fondamentali, dell’eco-sistema, dell’accoglienza. Ognuno di noi è approdato alla stessa scelta: sostenere Luca Lendaro, frutto dello spazio sociale e politico di alternativa che a Padova mancava da troppo tempo. Tutti manifestiamo un’identica consapevolezza: la nostra città ha bisogno di essere finalmente liberata da lobby, salotti, consorterie, poteri paralleli e dagli “eletti” senza consenso.
Per tutti noi, opzioni insindacabili rimangono - sempre e comunque - la salute e il reddito per ciascuno, liberi saperi e aggregazioni, la difesa costituzionale della cittadinanza, una città finalmente non più ostaggio di cemento, inquinamento, “green business”. Quello per Luca Lendaro si dimostra di conseguenza il voto utile, costruttivo, sostenibile. Facciamo appello anche a quanti si sono spesso astenuti perché stanchi di turarsi il naso. Fa’ la cosa giusta, vota Luca Lendaro.

Le firmatarie e i firmatari

Alfredo Aloi, insegnante
Gianni Belloni, giornalista
Maurizio Borsatto, medico
Patrizia Corrà, medico del lavoro
Alisa Del Re, studiosa senior, Università Padova
Diego Di Masi, pedagogista, Università di Torino
Annalisa Di Maso, consulente orientamento al lavoro
Maria Dodaro, sociologa, Università di Padova
Andrea Gambillara, sindacalista
Ferruccio Gambino, sociologo, Università di Padova
Massimo Gruarin, dirigente in pensione
Davide Gualerzi, economista, Università Padova
Francesco Eugenio Iannuzzi, sociologo, Università di Venezia
Luca Illetterati, filosofo, Università di Padova
Patrizia Longo, medico di famiglia
Nicola Lovisatti, ingegnere
Ernesto Milanesi, giornalista
Antonino Morvillo, chimico, Università di Padova
Michele Morvillo, ingegnere, Cern di Ginevra
Giovanna Osti, architetta

Santo Peli, storico, Università di Padova
Lorenza Perini, ricercatrice, Università di Padova
Auretta Pini, attivista ambientalista
Salvatore Pugliese, insegnante
Devi Sacchetto, sociologo, Università Padova
Silvana Sartori, attivista Acqua Bene Comune e No Quarta Linea inceneritore Padova
Gianni Sbrogiò, attivista Acqua Bene Comune e NO Quarta linea inceneritore Padova
Francesco Spagna, antropologo, Università di Padova
Alessio Surian, pedagogista, Università di Padova
Gianni Tamino, già parlamentare europeo e docente Università di Padova
Spartaco Vitiello, documentarista scientifico didattico
Bruno Zanatta, insegnante
Franco Zecchinato, agricoltore biologico
Emanuele Zinato, critico letterario, Università di Pado

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli intellettuali "mollano" Giordani e scelgono la sinistra di Lendaro

PadovaOggi è in caricamento