menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Marcato

Roberto Marcato

Lega, a Padova vince la “vecchia guardia”: eletto il bossiano Marcato

Il congresso provinciale padovano del Carroccio ha premiato oggi il "partito" del leader storico al posto della nuova corrente "maroniana": il bossiano Marcato, infatti, ha vinto con 360 voti contro i 347 di Alessandro Paiusco

Per dirla con le parole dell’onorevole Paola Goisis “La segreteria provinciale del partito a Padova sta con Bossi”.

A PADOVA PREFERISCONO I BOSSIANI. Sembra proprio così, infatti, a giudicare dal risultato politico emerso del congresso provinciale padovano del Carroccio che ha premiato Roberto Marcato, esponente della “vecchia guardia”, quella bossiana, alla segreteria provinciale della Lega Nord, anzichè il "nuovo": la corrente di Roberto Maroni.

SCANDALI ININFLUENTI. I recenti scandali scoppiati attorno al fondatore leghista, dunque, almeno a Padova, sembrano non aver pesato sul risultato elettorale e sul partito.

I VOTI. Anzi i numeri parlano chiaro a favore del partito del “senatur”, anche se la vittoria non è così bruciante come si possa pensare: Marcato, infatti, ha prevalso al congresso per 360 voti contro i 347 conquistati dal "maroniano" Alessandro Paiusco.

"EVADETE LE TASSE". Marcato, amministratore leghista sanguigno, era balzato alle cronache nel gennaio scorso per aver invitato i veneti, in televisione, "ad evadere di più le tasse". Una frase provocatoria pronunciata dopo il blitz di Capodanno della Guardia di Finanza a Cortina.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento