Politica

Giordani scrive a Bitonci: "Grazie per aver creduto anche tu in Urbs Picta"

Il leghista ha apprezzato la lettera del sindaco (inviata anche ad altri ex amministratori e protagonisti del percorso iniziato 15 anni fa) e ha ricambiato la cortesia pubblicandola sui social. Uno scambio di galanterie tra i due rivali politici che non è stato apprezzato da tutti nel Carroccio

Scambio di cortesie tra il sindaco Sergio Giordani e il suo predecessore, Massimo Bitonci. Galanteria che pubblicamente avviene raramente, visto che nessuno dei due si risparmia quando c'è da criticare. In più, per quanto siano ormai passati 4 anni, sono stati protagonisti di un ballottaggio all'ultimo voto nel 2017.

La lettera

Dopo la proclamazione avvenuta sabato scorso di Padova patrimonio dell'Unesco con gli 8 siti di Urbs Picta, Giordani ha scritto una lettera di ringraziamento a Bitonci per aver partecipato al percorso iniziato nel 2006 e aver creduto nel progetto quando è stato sindaco (2014-2016). «Desidero ringraziare te e i tuoi collaboratori, da parte mia e dell'amministrazione, per il contributo dato al progetto. Sono orgoglioso della nostra Padova e di chi, come te, ha creduto attivamente in questo progetto» scrive Giordani nella sua lettera, in cui evidenzia tutto il suo entusiasmo per la vittoria. Lettera che Giordani ha inviato a molti ex amministratori e protagonisti del percorso che ha portato alla proclamazione Unesco. Solo Bitonci però l'ha resa pubblica. Va ricordato che tutto era nato nel 2006, da un'idea di Giuliano Pisani, all'epoca consigliere comunale. Ed è poi proseguita con tutte le amministrazioni successive, attraverso mozioni (nel periodo di Zanonato/Rossi), fino ai passi mossi dallo stesso Bitonci con i suoi assessori alla cultura Flavio Rodeghiero e poi Matteo Cavatton. Fino all'amministrazione Giordani, che ha riempito di contenuti un vaso di porcellana che però era rimasto ancora troppo vuoto per essere esposto in salotto. In tutti questi anni, c'è stato sempre Andrea Colasio a fare da supervisore a tutte le operazioni.

La reazione

Se Giordani ogni tanto ha speso parole buone per il leghista, nonostante la rivalità politica, Bitonci è sempre stato molto più duro nei confronti dell'attuale sindaco. Privatamente però i due non hanno affatto un brutto rapporto e stavolta anche il più rigido dei due ha teso la mano. L'ex sindaco e oggi parlamentare ha pubblicato la lettera ricevuta da Giordani sui suoi canali social, aggiungendo anche una breve, fredda, ma significativa didascalia: «Padova Urbs Picta. Orgoglioso di aver dato il mio contributo». Un modo per ricambiare il gesto di Giordani, ma anche per evidenziare qualche merito che nelle ultime settimane in tanti hanno provato a prendersi. Bitonci ha risposto con una cortesia, ma non tutti hanno inteso la lettera di Giordani come un gesto di eleganza e gentilezza. Tra i commenti ai post di Bitonci infatti ci sono anche quelli della 'pasionaria' Mariella Mazzetto: «Ha mandato questa lettera in privato perché è ambizioso e ti teme» e della ex consigliera leghista Maria Luisa Nolli: «Dirlo pubblicamente no? Troppo comodo una lettera riservata che potrebbe aver solo firmato», mentre invece Giordani lo ha fatto in più occasioni pubbliche. Ad aggiungersi anche il noto imprenditore Leonardo Antonio Cetera: «Ottima la lettera di Sergio e ottimo il commento di Massimo. Credo che da una non impossibile collaborazione dei nostri due cavalli di razza potrebbero scaturire grandi benefici per la città da tutti noi amata. Bravi». Ma è sempre la Nolli a smontare la teoria: «Cavalli di razza? Un cavallo casomai e non certo Giordani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordani scrive a Bitonci: "Grazie per aver creduto anche tu in Urbs Picta"

PadovaOggi è in caricamento