Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica Altichiero / Viale Nereo Rocco, 60

Lonardi torna alla carica sull'Euganeo: «Non si fa uno stadio per compiacere gli Ultras»

Lonardi: «Parlano di palazzetti dello sport che sorgeranno sotto le curve e in realtà sono palestre, senza neppure spogliatoi». Il Coni: «Progetto approvato dal Sis (servizi impianti sportivi del Coni), in regola con le normative federali»

Come spesso capita in queste situazioni, meglio cominciare dalla fine. Il consigliere della Lista Bitonci, Ubaldo Lonardi ha convocato una conferenza stampa per tornare sul tema dello stadio. Al consigliere proprio non piace la soluzione per l’Euganeo, rimane dell'idea che la soluzione migliore sarebbe stato mettere mano al Plebiscito, come sosteneva la giunta Bitonci. Ma è una delle affermazioni pronunciate a fine conferenza che meglio spiega il suo pensiero: «Non si fa uno stadio per compiacere gli ultras ma per dare un servizio alla città». E' di certo l’affermazione che meglio sintetizza il suo pensiero.  «Parlano di palazzetti dello sport che sorgeranno sotto le curve e in realtà sono delle palestre, senza neppure gli spogliatoi. Dicono che finiranno entro settembre e sono già in ritardo. In realtà non stanno facendo nulla più che avvicinare la curva sud al campo che posso capire può far piacere ai certi tifosi, ma lo stadio deve essere pensato per tutti, non solo per un gruppo di persone».

Schermata 2021-02-10 alle 17.12.48-2

In più, secondo il consigliere, cosa che già aveva dichiarato durante il penultimo consiglio comunale con una interrogazione all’assessore allo sport Diego Bonavina, il progetto ha subito troppe modifiche per non essere ridiscusso in giunta e in consiglio. Lonardi poi tira in causa il Coni. «Vorrei sapere il parere del Coni a che progetto fa riferimento, se a quello primo o dopo le modifiche». Il consigliere inoltre pone dubbi sulla ditta, Esteel srl, che ha vinto l’appalto e sulle tempistiche di consegna dei lavori che rigurdano il primo stralcio che riguarda appunto la curva sud. «Sono già in ritardo», ha tuonato Lonardi.

stadio Euganeo -2-7

Abbiamo così contattato il Presidente del Coni Veneto, Gianfranco Bartelle e abbiamo chiesto di rispondere ai dubbi del consigliere Ubaldo Lonardi. «C'è grande bisogno di impianti sportivi, il fatto che un luogo come l'Euganeo che fino a oggi è una cattedrale nel deserto diventI invece un centro sportivo, è un fatto molto positivo. Come potremmo non essere d'accordo». Facciamo notare che il consigliere non è affatto convinto che il progetto sia così valido e li ha per questo chiamati in causa: «Il Coni ha dato l'approvazione attraverso il Sis (servizi impianti sportivi del Coni) che ha dei parametri molto precisi. Quindi questo vuol dire che sono impianti a regola con le normative federali». Per Bardelle quindi una occasione da non perdere, non un bluff: «Per noi è molto importante avere due strutture nuove che possono attirare tanti giovani a fare basket, calcio a 5 o altre discipline in un momento in cui i nostri giovani hanno davvero tanto bisogno di fare sport». Dal canto suo l'assessore Diego Bonavina non vuole commentare ma si lascia scappare una battuta: «Lonardi insiste che non sono palazzetti quelli che si troveranno sotto le curve e che non avranno neppure gli spogliatoi. Avrò cura personalmente d'invitarlo quando ci sarà l'inaugurazione per mostrarglieli, mi sa che gli farò provare pure la doccia», dichiara ironico. Lonardi dal canto suo sfida Bonavina anche sulle tempistiche: «Scommetto che non finiranno in tempo, volete vedere?». 

Lavori stadio 2-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lonardi torna alla carica sull'Euganeo: «Non si fa uno stadio per compiacere gli Ultras»

PadovaOggi è in caricamento