rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Politica

Lorenzoni: «Padova penalizzata dalla Regione. Eliminato il Grap tra i progetti finanziabili»

Il consigliere regionale sul grande raccordo anulare: «L’assessora regionale De Berti adesso non può liquidare con una battuta il tema decisivo della gestione della mobilità padovana: il progetto era responsabilità loro e gli era stato chiesto due anni e mezzo fa»

«Il Comune di Padova domandò, ancora due anni e mezzo fa, un nuovo progetto relativo al Grande Raccordo Anulare di Padova, alla Regione Veneto. Quest’ultima è stata colpevolmente inadempiente, e a rimettercene, oggi, è l’intero territorio padovano». Così il consigliere regionale ed ex vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni, in merito a quella che definisce una «mancata programmazione della mobilità dell’area metropolitana veneta». «Il 16 settembre 2019, durante un incontro che si è tenuto in municipio a Padova insieme all’assessora De Berti e ai vertici del Consorzio Autovie Venete, la società regionale che gestisce le autostrade - precisa Lorenzoni - misi in evidenza che non si poteva procedere con un progetto già allora vecchio di quindici anni. Motivo per cui chiesi a Cav di aggiornare lo studio viabilistico, integrandolo nel quadro più ampio dell’evoluzione della mobilità in maniera coerente con il Piano Regionale dei Trasporti. Tuttavia, nulla è stato fatto. Ora quello stesso progetto di massima è diventato maggiorenne - prosegue Lorenzoni  - ma non si può immaginare di proseguire l’iter con un investimento di quelle dimensioni e complessità sulla base di dati tanto obsoleti. In questi giorni l’amministrazione regionale ha stabilito di non includere il Grap tra le opere finanziate poiché non esiste un progetto. Ma va? L’assessore regionale De Berti adesso non può liquidare con una battuta il tema decisivo della gestione della mobilità padovana: il progetto era responsabilità loro e gli era stato chiesto due anni e mezzo fa. Curioso, infine, che per la viabilità dell’area dell’aeroporto di Villafranca di Verona le risorse siano state trovate addirittura tra i fondi per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026. Forse la mobilità in Veneto ha diverse velocità nelle varie province?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorenzoni: «Padova penalizzata dalla Regione. Eliminato il Grap tra i progetti finanziabili»

PadovaOggi è in caricamento