rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

M5S, la mozione del consigliere Cusumano per Padova città accessibile

«L'amministrazione deve ad attivarsi con tutte le sue capacità al fine di creare percorsi, indicazioni e sostegno atti ad agevolare la fruibilità a persone con disabilità, presso monumenti storici e luoghi d’interesse della città, rendendola più facilmente godibile a tutti i soggetti che ne necessitano»

Il cosigliere del Movimento 5 Stelle, Massimo Cusumano, ha depositato una mozione che mette in evidenza la problematica delle barriere architettonica, ancora troppo presenti in città. 

Turismo e accessibilità

«Padova è una città fantastica che offre una moltitudine di intrattenimenti colturali e ludici,senza dimenticare l’importantissimo polo universitario che da sempre più prestigio alla nostra città, proprio per questo motivo ho sempre dato per scontato che Padova fosse attrezzata per un turismo che superi le barriere architettoniche con guide, numero verde, padovanet.it strutturato per aiutare chi ha difficoltà motorie e non solo.Purtroppo ho constatato che nonostante Padova sia stata premiata come Capitale Europea del Volontariato 2020 e si sia candidata a Patrimonio Mondiale dell'Unesco per il 2020 con la Cappella degli Scrovegni è sprovvista di percorsi e sistemi per il superamento delle barriere architettoniche.Per questo motivo ho depositato una mozione dal titolo “Padova città dalla curltura accessibile” che invita l’amministrazione ad attivarsi con tutte le sue capacità al fine di creare percorsi, indicazioni e sostegno atti ad agevolare la fruibilità a persone con disabilità, presso monumenti storici e luoghi d’interesse della città, rendendola più facilmente godibile a tutti i soggetti che ne necessitano. A coinvolgere le associazioni di riferimento del settore, come sostegno fondamentale alla creazione dei percorsi sopra citati, rendendosi strumento di dialogo recettivo al fine di garantire una continuità duratura dell’opera e a promuovere il turismo coordinato e organizzato dalle associazioni di settore, sia culturale che legate al mondo della disabilità. Riconosco che l’amministrazione sta già facendo molto, soprattutto perché spinta dal consigliere di maggioranza Paolo Roberto Sacerdoti che ha molto a cuore la gestione delle barriere architettoniche ed ha già attivato un percorso di studio con l’Ass. Andrea Micalizzi atto a superare queste problematiche.  Ritengo però che se Padova vuole un altro titolo come patrimonio dell’UNESCO debba attivarsi celermente sui punti specifici del turismo aumentando ulteriormente la fruibilità da parte di chi ne necessita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S, la mozione del consigliere Cusumano per Padova città accessibile

PadovaOggi è in caricamento