Marina Mancin neo assessore di Padova al posto di Alessandro Zan

La consigliera comunale, capogruppo di Sinistra per Padova, sostituirà l'esponente di Sel eletto in Parlamento alle ultime elezioni. Assumerà le deleghe della Cooperazione internazionale, dell'Agenda 21 e dell'ambiente

Marina Mancin e il sindaco reggente Ivo Rossi

Appena assunto l'incarico pieno di sindaco "reggente" dopo la decadenza del neo ministro allo Sviluppo economico Flavio Zanonato, Ivo Rossi non ha perso tempo ed ha risolto il nodo del posto lasciato vacante dall'assessore di Sel Alessandro Zan, eletto in Parlamento alle ultime elezioni politiche di febbraio.

NUOVO ASSESSORE E DELEGHE RIDISTRIBUITE. A sostituire Zan sarà la consigliera comunale capogruppo di Sinistra per Padova Marina Mancin. Nell'ambito della redistribuzione delle deleghe, le toccano la Cooperazione internazionale, l'Agenda 21 e l'ambiente. Mobilità, lavoro, sicurezza, protezione civile e bilancio rimangono in capo a Rossi, l'Urbanistica a Marta Dalla Vecchia, il Patrimonio a Umberto Zampieri, mentre le Politiche dell'immigrazione saranno sotto la responsabilità dell'assessore al Sociale Fabio Verlato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ROSSI INTERVIENE SUL PASSAGGIO DI CONSEGNE. "Le elezioni del 2009 hanno consegnato una fotografia della città e la costruzione di una successiva maggioranza e quindi della Giunta. Se dovessimo cambiare equilibri ad ogni consultazione elettorale - spiega il sindaco reggente Ivo Rossi - la nostra non sarebbe una squadra, ma un continuo cantiere e ciò non farebbe il bene della città che ha bisogno di continuità nel Governo e condivisione nelle scelte. Registrare le dinamiche all'interno della maggioranza è indispensabile e stiamo lavorando in questo senso.  Ringrazio Flavio Zanonato perchè ha dimostrato in questi anni la sua struttura: nel passarmi il testimone gli ho chiesto se avessi dei vincoli riguardo alle scelte da prendere, e lui è stato umanamente e anche sul piano poitico molto corretto. Mi ha detto di sentirmi libero di scegliere. Non capita a tutti perchè l'investitura del 2009 apparteneva a lui. Ora continuiamo a governare al meglio la città in un momento in cui i cittadini, quanto mai prima, esigono soluzioni e nuove prospettive ai problemi della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Coronavirus, positivo un 11enne che frequentava un centro estivo cittadino: tamponi a tappeto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento