Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Matrimoni gay, Buffoni denuncia i sindaci di Abano Terme e Treviso

L'assessore alla Trasparenza del comune di Padova ha deciso di segnalare in procura i primi cittadini del territorio che abbiano registrato nozze omosessuali avvenute all'estero per il reato di abuso d'ufficio

Fa discutere la decisione dell'assessore alla Trasparenza di Padova, Marina Buffoni, di denunciare in procura per il reato di abuso d'ufficio i sindaci del territorio (il primo cittadino di Abano, Luca Claudio, e quello di Treviso, Giovanni Manildo) che non rispettano la circolare del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, sui matrimoni gay contratti all'estero, secondo la quale le registrazioni di nozze omosessuali non hanno, in Italia, valore giuridico.

PD. “L'assessore Buffoni pensi ad amministrare una città complessa come Padova, non ad accanirsi contro chi riconosce legittimamente dei diritti fondamentali - è il commento di Alessandro Zan, deputato padovano del Partito Democratico, già assessore al comune di Padova e attivista per i diritti civili - si tratta di una triste operazione propagandistica, che peraltro conferma la visione miope di esponenti politici omofobi che altro non fanno che ostacolare l’eguaglianza tra tutti i cittadini. Sono certo - conclude il parlamentare Pd - che i sindaci che hanno trascritto i matrimoni tra persone dello stesso sesso, e che magari si ritroveranno paradossalmente indagati, non arretreranno di un passo e porteranno alta la bandiera dell’eguaglianza”.

ARCIGAY. "Fratelli d'Italia e Marina Buffoni cerchino di tutelare le famiglie con atti concreti, non creino falsi problemi sulla pelle delle persone e delle famiglie Lgbt cercando di guadagnare una falsa credibilità politica -  questo il commento dell’Arcigay di Padova -  la registrazione delle coppie, di fatto o sposate all'estero, è un atto di civiltà che cerca di allineare il nostro paese alle raccomandazioni e alla giurisprudenza europea, un virtuoso atto amministrativo che cerca di sopperire alle lacune della legge nazionale. La nostra associazione è vicina e sostiene i sindaci di Abano e Treviso, e auspica che altri Comuni siano ugualmente coraggiosi e seguano il loro esempio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni gay, Buffoni denuncia i sindaci di Abano Terme e Treviso

PadovaOggi è in caricamento