Bando periferie, Micalizzi replica sarcastico a Bitonci: «Deve aver perso la memoria...»

«Mi ha stupito davvero questa uscita, è probabile che il sottosegretario abbia perso però il contatto con le cose padovane. Dopotutto è stato eletto e non si presenta neppure a nessun consiglio comunale»

Andrea Micalizzi

La battuta di Bitonci sui fondi del bando periferie arrivati a Padova, che sottintende una sua responsabilità o merito a secondo dei punti di vista, non è affatto piaciuta all'assessore Micalizzi, che ha voluto rispondere usando toni alquanto sarcastici: «Mi ha stupito davvero questa uscita, non ci credo che abbia perso la memoria. Certo, è probabile che il sottosegretario abbia perso però il contatto con le cose padovane. Dopotutto è stato eletto e non si presenta neppure a nessun consiglio comunale, è una sedia vuota il suo posto. Da due anni, ormai». Esordisce così l'assessore ai lavori pubblici, Andrea Micalizzi, quando gli chiediamo del commento di Bitonci a proposito del bando periferie e del finanziamento sul tram che sarebbero da bloccare. 

Governi

L'assessore comincia così a ricostruire l'iter che ha portato poi al finanziamento dei bandi: «Si ricorda male, Bitonci. Insomma, sta dicendo una bugia. I fondi del bando periferie sono stati stanziati dal governo Renzi, l’idea è quella di riqualificare le periferie. Fa un bando al quale concorrono un sacco di comuni. Padova arriva terzultima e non rientra nella classifica. Non si accede quindi ai fondi, con annesse polemiche sui progetti perché evidentemente presentati male.

Gentiloni

«È poi il governo Gentiloni - chiarisce Micalizzi - che sulla spinta dell’efficacia del provvedimento decide di finanziare i progetti anche ai comuni che erano stati inizialmente esclusi. Padova viene quindi ripescata, una buona notizia per la città».

Conte

Infine ecco la stoccata finale all'ex sindaco e ora sottosegretario al Mef, Massimo Bitonci: «La prima azione del governo Conte è stata dire che bisognava levare i fondi del bando periferie, con Lega e 5 Stelle che cercavano di convincerci che quei finanziamenti fossero addirittura anti costituzionali. Il governo poi cede solo dopo la mobilitazione dei sindaci, tra cui il nostro, Sergio Giordani. È la battaglia dei sindaci a far fare il passo indietro al governo».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento