Zanonato "decade" da sindaco Ultimo atto stasera in Consiglio

Nel parlamentino di Padova il passaggio finale di testimone al vice Ivo Rossi, che assumerà pieni poteri di "reggente". Deleghe ereditate da spartire

Dopo ben oltre un mese dalla nomina a ministro dello Sviluppo economico nel governo Letta, il doppio incarico di sindaco di Padova per Flavio Zanonato è arrivato al capolinea. Dopo 2 mandati di fila alla guida della città euganea, il primo cittadino  "decadrà" lunedì sera 10 giugno a compimento di un iter che ha visto ben tre passaggi in consiglio comunale.

AD APRILE: La nomina a ministro - LA CONTESTAZIONE: M5S "Ministro e ancora sindaco" - INCOMPATIBILITÀ: Il consiglio verso la decadenza di Zanonato

LE DELEGHE. Il vice Ivo Rossi, già assessore all'Urbanistica, Mobilità, Città metropolitana, Comunicazione e Politiche dell’innovazione, assieme alla carica "piena" di sindaco "reggente", erediterà anche le 6 deleghe di Zanonato: Affari generali, Bilancio, Relazioni esterne, Programmazione e controllo, Protezione civile e Politiche dell’immigrazione e della sicurezza. Seguirà quindi una redistribuzione degli incarichi tra gli altri componenti della maggioranza, compresi gli assessorati lasciati vacanti dopo l'elezione alla Camera di Alessandro Zan (Sel): Ambiente, Lavoro, Agenda 21 e Cooperazione internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento