Monselice, “Ambiente e Società” ha inaugurato la sua sede elettorale

Il candidato sindaco, Paolo Masin: «Applicare l’art. 19 delle Norme di Attuazione del Piano Ambientale, che prevede lo strumento della convenzione per definire le modalità e i tempi delle eventuali dismissioni della Cementeria»

“Ambiente e Società” ha inaugurato la sua sede elettorale alla presenza dei candidati a Consigliere Comunale e del candidato Sindaco Paolo Masin. Numerosi sostenitori hanno partecipato al brindisi ben augurante, alla sottoscrizione della lista e al confronto sui temi di questa campagna elettorale.

Voto

Nel suo invito ai cittadini a sostenere con il voto la lista di “Ambiente e Società” , il candidato Sindaco Paolo Masin ha elencato alcune del le priorità che avrà la sua amministrazione e i primi impegni che intende assumersi: la convocazione immediata di tutti gli Enti interessati (Regione, Provincia e Parco Colli) e del Gruppo Buzzi, affinché trovi applicazione  l’art. 19 delle Norme di Attuazione del Piano Ambientale, che prevede che lo strumento della convenzione per definire le modalità e i tempi delle eventuali dismissioni della Cementeria, i programmi d’investimento, di riassorbimento occupazionale e di eventuale delocalizzazione. Su questi punti sono state elaborate delle proposte di riconversione produttiva che potrebbe portare ad una diversa produzione a basso impatto ambientale.

Punti

Ecco poi gli altri punti del programma proposti dal candidato e dalla lista che lo sostiene: l’avvio di un processo che porti a cambiare radicalmente la mobilità, attraverso l’implementazione e il raccordo dei percorsi ciclabili, l’istituzione di bus navetta per il trasporto degli studenti, per il collegamento tra le frazioni, il centro cittadino e l’ospedale;  l’attivazione del percorso “Monselice città solare”, con 1000 tetti fotovoltaici per abbattere le emissioni di gas serra, per dare autosufficienza energetica e risparmio a migliaia di famiglie;  lo “Sport di tutti per tutti”, con l’apertura di nuove strutture comunali, l’ottimizzazione delle palestre disponibili, il concreto coinvolgimento delle società sportive che operano in città; rendere fruibile subito spazi pubblici come le sale della Loggetta, del complesso San Paolo e della Santo Stefano, attivando in contemporanea i percorsi di acquisizione dell’ex cinema Astoria per ridare alla città un luogo degnitoso per proiezioni, dibattiti, teatro, convegni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Cronaca

    Corso Australia, il cemento liquido provoca una bolla di 50 cm. Micalizzi: «Salvaguardiamo la viabilità»

  • Cronaca

    Trova portafogli con 7mila euro e lo restituisce: il bel gesto del turista trenti

  • Meteo

    Maltempo, dichiarata criticità idrogeologica e idraulica anche per Padova e provincia

I più letti della settimana

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

Torna su
PadovaOggi è in caricamento