Montegrotto: via ai lavori di sistemazione dei fossi per la messa in sicurezza da rischio allagamento

Scavi nei fossi privati delle vie Sabbioni, Pesare, Marza e Campagna Alta per la sicurezza idraulica: al via i lavori

Inizieranno il 26 agosto i lavori per la messa in sicurezza dal rischio idraulico della zona Nord di Montegrotto Terme con interventi di risezionamento, pulizia, e sistemazione degli scoli privati in via Pesare, Marza, Sabbioni e Campagna Alta, lavori necessari per risolvere annosi problemi come quello dell’allagamento del sottopasso di via Sabbioni e delle vie laterali.  Gli interventi del costo complessivo di 180 mila euro (130 mila stanziati dal Comune di Montegrotto Terme, 50 mila dalla Regione) saranno eseguiti dal Consorzio di bonifica Bacchiglione Brenta. La programmazione di questi scavi che sarà fatta su scoli privati ha richiesto oltre un anno di incontri con i proprietari dei terreni sui cui vertono i fossi che hanno dovuto tutti dare il loro assenso. 

Rischi

«Negli anni purtroppo la mancanza di manutenzione su fossi privati e degli scoli minori - spiega il consigliere con delega agli Alluvionati - ha provocato l’ostruzione del fosso sinistro di via Sabbioni, che non riesce più a scaricare e ristagna e nel complesso problemi di allagamento per tutta la zona. Le operazioni di risezionamento, pulizia e sistemazione che interesseranno 6 chilometri di fossi sono volte a ripristinare un deflusso regolare e a scongiurare  l’allagamento di via Sabbioni. L’amministrazione comunale rivolge ora un nuovo appello ai privati affinché collaborino quando il Consorzio e l’impresa che eseguirà i lavori entreranno nelle proprietà private affinché collaborino per un’opera di interesse per tutta la zona».

Impegno

«Diamo seguito - commenta il sindaco - a un impegno che ci eravamo presi in campagna elettorale. Questi 130 mila euro investiti da Comune nella sistemazione dei fossi si aggiungono ai 150 mila che abbiamo speso in tre anni per la pulizia e la sistemazione delle caditoie stradali. Questo intervento è possibile che grazie all’importante sinergia attivata tra Comune e Consorzio di Bonifica che è stata in grado di attrarre un contributo regionale di 2,5 milioni di euro per eseguire interventi sul rischio idraulico nel nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

  • Statale 47 paralizzata da un incidente: coinvolti tre camion e un'auto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento