menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montegrotto Terme: in piazza Primo maggio il presepe di sabbia di Mario Vittadello

Il sindaco di Montegrotto Terme, Riccardo Mortandello, accompagnato dalla giunta e il parroco don Roberto ha inaugurato il presepe di sabbia creato dallo scultore sampietrino Mario Vittadello in piazza Primo Maggio

Il sindaco di Montegrotto Terme, Riccardo Mortandello, accompagnato dalla giunta e il parroco don Roberto ha inaugurato il presepe di sabbia creato dallo scultore sampietrino Mario Vittadello in piazza Primo Maggio. «Il progetto - afferma l’assessore alle Manifestazioni turistiche Laura Zanotto -  ha una forte valenza sociale e spirituale in un momento storico in cui la pandemia ci impone un Natale molto contenuto in termini di movimenti, feste e grandi riunioni familiari. Creare un evento dal forte valore simbolico come il presepe di sabbia dell'artista sampietrino Mario Vittadello, aiuterà la comunità di Montegrotto a considerare un Natale più sobrio per rispetto di tutte quelle persone che sono morte e sono in sofferenza a causa della pandemia».

Sculture

L’artista Mario Vittadello ha già arricchito il patrimonio culturale di Montegrotto con altre opere: la scultura della Colomba della Pace in Piazza Mercato e quella di Papa Wojtyla situata nell’omonimo Parco. Con le sue straordinarie sculture di sabbia, create assieme alla moglie Ornella Vittadello ha vinto negli anni numerosi premi. «Io e mia moglie Ornella siamo coppia nella vita come nelle nostre creazioni di sabbia; sculture alte anche 4 metri  che vengono scolpite da blocchi di sabbia pressata con l'aggiunta di sola acqua. Io ho predilezione per il figurativo provenendo da scuola di scultura e da una carriera di insegnante d'arte; Ornella unisce alle composizioni  il gusto della decorazione e delle parti architettoniche. a scultura di sabbia si pratica in tutto il mondo sia d'estate che d'inverno in varie manifestazioni e concorsi. Ci sono quindi vari tipi di sabbia che necessitano di tecnica e destrezza nonché di un lavoro duro e meticoloso, dalla fase importante della compattazione che consiste nel riempire con sabbia pressata con acqua le casseformi  formate da pannelli in legno. Le casseformi  vengono sovrapposte a formare una sorta di piramide a gradoni che poi viene scolpita togliendo a uno a uno i vari pannelli partendo dalla sommità. Nei periodi caldi la scultura terminata, viene leggermente spruzzata con colla vinilica diluita, per impedire l'essicazione della superficie e quindi lo sgretolamento. In questo modo la scultura rimane perfetta per mesi». Il progetto è stato proposto all'Amministrazione comunale dall'Associazione Culturale e Asd Sportiva, OpenMundi.

solo presepe di sabbia-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento