Mortandello: «A Liliana Segre la cittadinanza onoraria di Montegrotto Terme»

«La città di Montegrotto Terme vuole sposare in pieno, l’appello etico di Liliana Segre, un appello che parla alle coscienze, alle anime e ai cervelli di ogni cittadino italiano, senza distinzione di parte politica»

Lo ha annunciato il sindaco di Montegrotto, Riccardo Mortandello, come risposta all'aggressione subita dalla senatrice Liliana Segre sui social network: «La città di Montegrotto Terme vuole sposare in pieno, l’appello etico di Liliana Segre, un appello che parla alle coscienze, alle anime e ai cervelli di ogni cittadino italiano, senza distinzione di parte politica. Per questo l’amministrazione ha deciso di conferire alla senatrice a vita la cittadinanza onoraria».

Montegrotto

«Già nelle celebrazioni per il 4 novembre - ricorda il sindaco - abbiamo ringraziato la senatrice Segre per aver proposto l’istituzione di una commissione parlamentare contro razzismo e antisemitismo. Plaudiamo a questa sua iniziativa e la accogliamo come si accoglie un principio fondamentale di civiltà. In questo momento storico c’è bisogno di menoria e di buoni esempi che la senatrice, con la sua persona, con le sue esperienze di vita e le sofferenze subite, incarna benissimo. Lo notizia che le il suo impegno ha provocato reazioni scomposte tali da richiedere un servizio di scorta per proteggerla, oggi, nel nostro Paese, ci lascia sgomenti e con questo gesto vogliamo mostrarle tutta la nostra vicinanza e richiamare all’attenzione dei giovani del nostro territorio il suo esempio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Segre

Liliana Segre, nel 1938, a 8 anni, è espulsa dalla sua scuola a seguito delle leggi razziali e nel 1944, a 13 anni, è stata  deportata nel campo di concentramento di Auschwitz. A gennaio 2018 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’ha nominata senatrice a vita. Nei giorni scorsi, dopo l’approvazione dell’istituzione di una commissione parlamentare sul razzismo e l’antisemitismo da lei proposta, è diventata oggetto di attacchi così pesanti da necessitare di un servizio di scorta per garantire la sua incolumità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento