menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movimento 5 Stelle al Pedrocchi presenta la sua squadra

Nella sala Bianca dello storico caffè padovano l'incontro con la stampa dei candidati

Presentata oggi alle 10, nella sala Bianca, la squadra di candidati nella provincia di Padova del Movimento 5 Stelle. É l'onorevole uscente Marco Brugnerotto a dare il benvenuto ai giornalisti presenti, prima di dare voce ai candidati. 

IL GRUPPO.

Silvia Benedetti, Raphael Raduzzi, Francesca Betto, Giacomo Cusumano, Giovanni Endrizzi, Leopoldo Armellini, Alberto Artoni e Maurizio Motta, sono queste le figure candidate nelle liste dei penta stellati. I vari interventi hanno evidenziato quelli che sono gli obiettivi del Movimento. L'onorevole uscente, Silvia Benedetti, ha messo al centro la questione ambientale: "l'aria a Padova e in Veneto è irrespirabile, ci sono novantamila decessi prematuri all'anno per smog in Italia, in Veneto su questa questione abbiamo una bella bandierina nera. Bisogna affrontare questo problema seriamente, non si può più posticipare. Stesso discorso sugli PFAS, dei quali bisogna fissare un limite chiaro, come per altro io avevo proposto con dei limiti che tutt'ora non esistono".

Candidati 5 stelle padova 2 febb 2018-2

RADUZZI E CUSUMANO.

Raphael Raduzzi, di Cadoneghe, è invece uno dei giovani candidati. A fine gennaio ha fatto parlare la foto di Vichy che ha pubblicato sul profilo, prontamente rimossa. Laureato, ha la passione per l'economia, del quale, assicura, "mi voglio occupare". Anche Cusumano è giovane: "Ho deciso di candidarmi proprio per cercare di affrontare i temi della crisi e il rilancio del lavoro".

BETTO.

Francesca Betto, ex consigliere regionale di Padova e nipote del sindaco eletto col centro sinistra, Sergio Giordani, è un avvocato penalista. "Mi piacerebbe mettere a disposizione le mie esperienze in questo campo e metterle a disposizione della comunità, come le vittime dei lunghissimi processi per questioni ambientali".

ARMELLINI E ARTONI.

Direttore del Pollini, Leopoldo Armellini, è anche lui candidato. "Chiaro che la mia attenzione è soprattutto sulla cultura. É vero che la cultura costa, ma come ha già detto qualcuno, sicuramente meno di quanto costi l'ignoranza". A chiudere Alberto Artoni che ha portato l'esperienza dei truffati dalla Popolare di Vicenza dei quali promette di occuparsi.

A CONTATTO CON I CITTADINI.

Finito l'incontro con la stampa i candidati hanno scelto di uscire per le strade del centro per andare a incontrare i cittadini. "É sulla strada che vogliamo stare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento