Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica

Multe per 60 milioni da riscuotere "Basta Equitalia, ci arrangiamo"

Questa la cifra accumulata negli anni che il comune di Padova deve recuperare principalmente per sanzioni al codice della strada e tariffe mensa scolastica mai pagate. Allo studio un'agenzia di riscossione intercomunale

Il sindaco Bitonci "licenzia" Equitalia

Il comune di Padova è pronto a fare da sè e a sollevare dall'incarico Equitalia per la riscossione dei crediti. L'amministrazione snocciola la roboante cifra di ben 60 milioni di euro da recuperare. Si tratterebbe per lo più di multe per trasgressioni al codice della strada e tariffe per la mensa scolastica mai pagate.

RISCOSSIONE IN PROPRIO. Un'evasione colossale accumulata negli anni e a cui il neo sindaco Massimo Bitonci ha l'intenzione di porre un freno. Il primo cittadino ha così intanto annunciato la volontà di costituire un'agenzia di riscossione interna a palazzo Moroni che potrebbe servire un bacino intercomunale tra le municipalità contermini. Negli intenti, una nuova realtà meno vessatoria e che, nell'obiettivo di "portare a casa" il più possibile, dovrebbe cercare di favorire la mediazione andando incontro al cittadino che deve saldare il proprio conto.

I "FURBETTI" DELLA MENSA. Tornando alla fonte dei tanti crediti accumulati, il sindaco ha evidenziato come siano per lo più famiglie di immigrati comunitari ed extra a risultare inadempienti con i pagamenti della mensa scolastica, arrivati a 1,7 milioni di euro da riscuotere, e che, "senza lasciare i bambini senza pasto", il tempo dei "furbetti" che approfitterebbero dei servizi senza pagare sarebbe finito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe per 60 milioni da riscuotere "Basta Equitalia, ci arrangiamo"

PadovaOggi è in caricamento