menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un muro e una rete in via Bernina: il comune "chiude un passaggio" ai pusher

Non è il muro di via Anelli, la barriera innalzata nel 2006 fuori dal complesso Serenissima, ma siamo certi che sarà evocato tante volte. In via Bernina infatti si è deciso di alzare un muretto di 30 cm, per poi mettere delle reti e chiudere il "passaggio" con corso Tre Venezie

Non è il muro di via Anelli, la barriera innalzata nel 2006 fuori dal complesso Serenissima durante il periodo in cui Flavio Zanonato era sindaco di Padova, ma siamo certi che sarà evocato tante volte.In via Bernina infatti si è deciso di alzare un muretto, basso 30 cm, per poi mettere delle reti e chiudere il passaggio tra corso Tre Venezie e via Bernina. i residenti da tempo hanno segnalato un continuo via vai notturno che non lascia tranquillo chi vive in quella zona. i pusher, dicono i residenti e i rilievi della polizia locale, usano quel passaggio per attraversare più in fretta il quartiere. 

L'amministrazione

La giunta di Padova ha infatti approvato una soluzione non troppo diversa concettualmente, anche se l'obiettivo in questo caso è decisamente diverso visto che le due situazioni, quella di metà anni duemila che hanno reso famosa tristemente la zona della Stanga e quello che accade in questa parte dell'Arcella non sono comunque neppure paragonabili. Il Sindaco Sergio Giordani e il Consigliere delegato al quartiere Arcella, Simone Pilitteri, rispetto alle progettualità illustrate che riguardano questa soluzione, in via Bernina, si sono espressi così:«Si tratta di un’idea maturata insieme coi cittadini e sulla quale ci eravamo assunti un impegno preciso. Questo per dare serenità ed evitare un via vai di non belle frequentazioni. Nessun muro ma una diversa e più funzionale viabilità di accesso che lasci taranquilla la gente che li ci abita e renda più sorvegliabile l’area di via bernina da parte delle forze dell’ordine. Non risolviamo certo ogni problema in questa maniera ma faremo passi avanti importanti e mostriamo ancora una volta coi fatti che abbiamo a cuore il quartiere e che lavoriamo per migliorarlo con impegno. Vogliamo continuare nell’ascolatre questi cittadini e fare il possibile per questa zona dopo che per troppi anni non si è fatto nulla se non polemiche». 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento