menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musei aperti tutto agosto. La Uil: "Bella iniziativa, ma manca il personale"

"Nonostante l'affluenza di migliaia di visitatori che si susseguono e l'ingente indotto economico che ne consegue, anche in questo Settore vi sono evidenti carenze di personale"

E' solo di qualche giorno fa l'annuncio che musei e mostre saranno aperte gratuitamente al pubblico per tutto il mese di agosto. A fronte di questa iniziativa. però, il Segretario Aziendale Uil-Fpl del comune di Padova,  Francesco Scarpelli, ha inviato questa nota che pubblichiamo integralmente:


"Fa estremamente piacere apprendere del grande e continuo incremento di turismo dovuto alle bellezze che Padova offre, soprattutto grazie alla Cappella degli Scrovegni, in corsa per diventare patrimonio dell'Unesco.
Nonostante l'affluenza di migliaia di visitatori che si susseguono e l'ingente indotto economico che ne consegue, anche in questo Settore vi sono evidenti carenze di personale.
Basti pensare che in giugno su 6 festività alcuni cassieri dei Musei Civici degli Etemitani ne hanno lavorato ben 5, su un organico di 5 cassieri (di cui 1 espleta solo servizio al mattino).
Si constata altresì che da mesi, nelle giornate con più affluenza (Sabato e Domenica) vi è un solo cassiere per turno.
Di questo si é parlato e non solo nel recente tavolo sindacale del 12 Luglio scorso, tra le  Rappresentanze Sindacali e  Amministrazione (presenti Ass. Colasio, Ass. Benciolini).

Le richieste

"La Uil-Fpl, che aveva  chiesto mesi addietro questo incontro a seguito delle continue sollecitazioni dei dipendenti, ritiene quantomeno  doveroso ringraziarli tutti, i quali pur avendo una età media alta, si mettono in gioco rendendo un ottimo servizio nonostante un continuo aumento dei carichi di lavoro, una lacunosa organizzazione, che pregiudica ai pochi dipendenti una ottimizzazione del servizio.
Dietro questo successo ci sono anche loro".

Collaboratori

"Si è fatto presente che spesso la gestione quotidiana dei musei Eremitani viene demandata a personale di livello contrattualmente più basso.
Abbiamo chiesto all'Amministrazione  un impegno urgente affinché gia' da settembre si affronti  questa situazione diventata critica.
"Abbiamo detto in quella circostanza all'Amministrazione che non basta avere un nuovo Dirigente quale Capo Settore, che abbia competenza e voglia di fare, ma serve soprattutto un adeguato numero di collaboratori che oggi non c'è!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento