Politica

«Numero chiuso, l'inizio della fine: Veneto e Italia hanno bisogno di medici»

Il consigliere regionale Giuseppe Pan mette in risalto come in Regione non si aspettasse altro che l'inizio del superamento dei test di ammissione

«Il Veneto e l’Italia hanno bisogno di medici. Grazie ad un lavoro di squadra della Lega è stato avviato l’iter in Commissione Istruzione per superare l’ostacolo, anzi, l’imbuto che si è creato in questi anni a causa del numero chiuso a Medicina». Usa queste parole il consigliere regionale Giuseppe Pan per mettere in risalto come in Regione non si aspettasse altro che l'inizio del superamento dei test di ammissione. 

«A novembre 2021 il Consiglio regionale del Veneto aveva approvato la mia mozione per chiedere al Governo l’abolizione del numero chiuso al corso di laurea, e aumentare i posti di specializzazione. Oggi la bella notizia: il Comitato ristretto della Commissione Istruzione del Senato ha adottato praticamente all'unanimità il testo base per la riforma dell’accesso alla facoltà universitaria. Riforma che aprirà le porte a tutti gli aspiranti camici bianchi al primo semestre, vincolando l’iscrizione al secondo al superamento degli esami per raggiungere il numero di crediti formativi che il Ministero dell’Università e della Ricerca dovrà stabilire. Questo è l’inizio della fine del numero chiuso a Medicina. Un’ottima notizia perché oggi più che mai l’Italia ha bisogno di medici: il problema della carenza cronica di operatori sanitari va affrontato a monte, proprio da quel sistema di selezione. Il “numero chiuso” ha prodotto nel tempo conseguenze negative per il nostro sistema universitario che già presenta un numero complessivo di laureati inferiore a quello degli altri Paesi europei. E’ infatti uno dei motivi per cui paghiamo lo scotto della “fuga di cervelli” all’estero», ha sottolineato Pan. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Numero chiuso, l'inizio della fine: Veneto e Italia hanno bisogno di medici»
PadovaOggi è in caricamento