Nuovo Dpcm: restano aperti tabaccai, edicolanti, farmacie e parafarmacie

In attesa della pubblicazione che avviene oggi, domenica 22 marzo, il nuovo Dpcm indica una ulteriore stretta per far fronte all'emergenza

In attesa della pubblicazione che avviene oggi, domenica 22 marzo,  il nuovo Dpcm indica una ulteriore stretta per far fronte all'emergenza . Lo ha annunciato sabato in tarda serata il Premier, Giuseppe Conte.  

Aperti 

Tra le attività che domani lunedì 23 marzo fino al 3 aprile saranno chiuse non rientrano tabaccai, edicolanti, farmacie e parafarmacie. Per tutte le attività non giudicate fondamentali, il Presidente del Consiglio Conte, ha indicato che si potranno svolgersi solamente nella modalità smart working.

Supermercati

L'invito di Conte, durante la diretta del suo intervento è stato quello di non assaltare i supermercati: «Non c'è n'è alcuna necessità», ha detto rivolgendosi agli italiani. Continueranno quindi a funzionare regolarmente come anche i negozi di generi alimentari. VA evidenziato però che sulla questione supermercati aperti molte regioni, tra cui il Veneto, hanno preso decisioni diverse.

Lavoro

Non si ferma l'agricoltura e neppure l'industria alimentare. Le limitazioni non riguarderanno neppure il trasporto ferroviario extraurbano di passeggeri e merci. Nessuna limitazione neppure per gli autotrasportatori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento