rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Politica

L'opposizione all'attacco sulle nomine

I gruppi di minoranza di Forza Italia, Lega, Lista Bitonci e Cambiamo sfidano il Sindaco: ««Non vogliamo anticipare le nomine del Sindaco fornendo l'elenco che ha già, potremmo però pensare di depositarle da un notaio così da verificarne la coincidenza a incarico avvenuto»

L'opposizione, nello specifico i gruppi di minoranza di Forza Italia, Lega, Lista Bitonci e Cambiamo attacca il sindaco sulla vicenda delle nomine: «Il 22 giugno, il Sindaco Sergio Giordani, ha dichiarato - comunicano attraverso una nota - di aver pubblicato l'avviso per la presentazione delle candidature nelle società partecipate i cui consigli di amministrazione e collegi sindacali sono di prossima scadenza. In particolare si tratta delle nomine in Aps Holding, Consorzio Zip, Padova Hall (Fiera) Farmacie comunali, Maap e Parco scientifico Galileo. Dopo appena 8 giorni di tempo, il termine-lampo per la presentazione delle candidature è scaduto il 30 giugno e in realtà tale modalità sembra tutt'altro che trasparente e partecipativa». 

Libertà di scelta

«Ricordiamo che il Sindaco - prosegue la nota - ha sempre proclamato la sua assoluta libertà di scelta rispetto alle indicazioni fornite dalla politica. Questa affermazione si rivela ormai del tutto ridicola: sono proprio le dinamiche e le scelte della politica che anche questa volta impongono a tavolino le nomine dei rappresentanti nelle società partecipate.
Prima di indicare i rappresentanti del Comune di Padova, il Sindaco dovrebbe invece essere trasparente e rispondere davanti al Consiglio Comunale almeno ad alcuni quesiti essenziali:
1. Perché un termine così breve per ricercare e raccogliere le disponibilità a una rappresentanza tanto importante?
2. Perché per la più importante società, cioè Hera SpA, non c’è stato alcun avviso e il rappresentante è già stato nominato?
3. Prima di procedere alle nomine non si ritiene giusto relazionare il Consiglio comunale sui risultati conseguiti dagli organi di gestione delle varie società partecipate?
4. Prima di procedere alle nomine non è forse necessario indicare con trasparenza quale mission industriale viene strategicamente proposta dal Comune di Padova per agevolare lo sviluppo del territorio attraverso tali società che sono presenze importanti nei vari comparti economici? Oppure il Consiglio comunale deve solo ringraziare la stampa per conoscere le manovre che si stanno organizzando, manovre che sembrano funzionali solo a un ulteriore ridimensionamento del ruolo di Padova»

Nomine

«Non vogliamo anticipare le nomine del Sindaco fornendo l'elenco che ha già scritto in agenda, potremmo però pensare di depositarle da un notaio così da verificarne la coincidenza a incarico avvenuto. Fra tutti, non sembra assolutamente un segreto che, salvo dietrofront, dovrebbe assegnare a Maurizio Saia la presidenza del Maap. Pare quindi arrivato il tempo di richiamare alle armi l'ex senatore che ha contribuito alla caduta della Giunta Bitonci. Gli operatori del Mercato agroalimentare sentono ormai da tempo l'eco del suo nome fra le cassette di frutta e verdura, e non sembrano per nulla contenti. Possiamo quindi davvero permetterci, in un momento di verticale crisi economica, di minare le potenzialità di sviluppo delle nostre aziende partecipate, sacrificandole alle solite esigenze della politica di basso cabotaggio, preoccupata solo di completare il puzzle delle poltrone lasciato incompleto tre anni fa, per accontentare qualche illustre onorevole sostenitore del Sindaco rimasto ancora senza occupazione?  Se davvero questo è il “nuovo”, se questo è il contributo allo sviluppo, le risposte ai nostri quesiti saranno, purtroppo, le peggiori per Padova.  Probabilmente, visto che in questa Amministrazione non esiste libertà intellettuale, non potrà nemmeno mai esistere la tanto acclamata meritocrazia. Al Sindaco spetta ora l'ultima parola per la designazione di tali incarichi a rappresentanza del Comune. Aspettiamo queste nomine e, qualora i nostri sospetti diventino realtà, non esiteremo a presentare immediatamente i dovuti esposti a Procura e Corte dei Conti. Nel frattempo, noi siamo fiduciosi di sapere, capire e, se possibile, contribuire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'opposizione all'attacco sulle nomine

PadovaOggi è in caricamento