menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd-Ve, Zanonato e Orsoni corrono uniti e oggi il voto per la delibera

E' un coro unanime quello dei due sindaci veneti che sabato si sono incontrati in una riunione di partito: Padova e Venezia può essere "La grande città del futuro" anzi, come sottolinea Zanonato, non potrà fare altro che portare dei benefici. A cominciare dal turismo

Il sindaco di Padova Zanonato e il sindaco di Venezia Orsoni sono sempre più sulla stessa lunghezza d’onda: Pa(Tre)Ve può essere "La grande città del futuro" dicono in coro a margine di una riunione di partito.

PA-VE ESISTE GIA'. Anzi, come dicono i due a una voce di fatto e logisticamente lo è già: “Basta guardare una foto aerea per vedere un sistema di continuo di capannoni, zone industriali e residenziali, collegamenti tra le due città. Se ne parla da 30 anni ed è ora di farla”.

I VANTAGGI. Il primo cittadino di Padova è convinto che dalla fusione verranno solo benefici, a cominciare dal turismo: “Venezia è spesso in difficoltà ad ospitare i milioni di turisti che arrivano, mentre, al contrario, Padova e i comuni termali hanno le strutture di ricezione in grado di farlo ma molti meno turisti. Il brand Venezia è in grado di trainare un'area ben più vasta".

IL CONSIGLIO COMUNALE: APPROVATA MOZIONE PER ADESIONE A VENEZIA "METROPOLITANA"
 

UNA SETTIMANA FA: SINDACI PADOVANI A RAPPORTO DA DEGANI E ZANONATO


IL VOTO. Insomma una fusione che, almeno per i due, s’ha da fare magari con l’aggiunta di Treviso (voluta dal governo) e lunedì il Consiglio comunale di Padova voterà il “sì” alla richiesta di adesione a Venezia, documento già approvato dalla giunta. Insomma Pa-Tre-Ve sembra già decisa: la palla da domani passerà ufficialmente al governo.

IL GOVERNO: PADOVA INGLOBI TREVISO

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento