Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica Piazze / Piazza Duomo

#PadovaNonSiFerma: «Illuminiamo i locali, ora tocca alla politica non farli spegnere»

Sono gli stessi esercenti e ristoratori che hanno dato vita al coordinamento solidale che ha distribuito pasti a chi ne ha più bisogno nei due mesi caldi dell'emergenza Coronavirus

"Luci accese per non spegnerci per sempre", è lo slogan del flash mob che parte dal gruppo di ristoratori, baristi, pasticceri e panettieri che in queste settimane ha dato vita al coordinamento solidale #PadovaNonSiFerma, un gruppo di oltre 100 imprenditori che hanno consegnato negli ospedali e nelle comunità di assistenza a persone fragili oltre 6000 pasti gratuiti dall'inizio del lock down.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adesso però sono loro a chiedere un aiuto. Hanno così dato appuntamento alla stampa in una piazza Duomo semi vuota e dove attorno a un unico tavolino tre esercenti hanno parlato per tutto il coordinamento: Stefano Tadiotto del bar Al Duomo, Carlo Bertolin dell'enoteca La Boccia e Patrizia Michielotto del Ristorante Pepe Nero. Tenere una luce del locale accesa è un'altra delle azioni scelte per difendere quello che è anche un patrimonio di tutta la città che è fatta anche dei suoi locali e dei suoi ristoranti: ora tocca alla politica trovare una soluzione per aiutare chi da due mesi è costretto a pagare spese fisse, ma senza incassare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#PadovaNonSiFerma: «Illuminiamo i locali, ora tocca alla politica non farli spegnere»

PadovaOggi è in caricamento