menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini dell'ex caserma Prandina scattate dal drone

Le immagini dell'ex caserma Prandina scattate dal drone

Parcheggio ex caserma Prandina? Il drone "di Silva" filma l'area

Il consigliere comunale della civica "Con Ivo Rossi per Padova" ha fatto realizzare una ricognizione aerea del sito militare. Pronta l'interrogazione al sindaco Bitonci: "Si porti il tram da via Garibaldi fino a qui"

"C'è un tesoro a due passi dalle piazze, l'ex caserma Prandina vista dall'alto fa ancora più rabbia". È il commento di Jacopo Silva, consigliere comunale eletto nella lista civica "Con Ivo Rossi per Padova", che lunedì sera interrogherà il sindaco Massimo Bitonci circa la situazione dell'area del sito militare, tornata alla ribalta delle cronache locali dopo lo sgombero di alcuni occupanti abusivi da aprte della polizia locale lo scorso venerdì.

GUARDA IL VIDEO: L'ex caserma Prandina ripresa dal drone

600 POSTI AUTO DA SBLOCCARE. Silva ha fatto realizzare una ricognizione aerea tramite un drone. "Abbiamo girato un video - ha spiegato il consigliere - che mostra ancora meglio di mille discorsi quanto l'ex caserma Prandina, che potrebbe ospitare agevolmente 600 posti auto, potrebbe essere una autentica boccata d'ossigeno per il commercio padovano senza essere contemporaneamente una boccata di smog per i cittadini che abitano il centro storico. Chiediamo all'amministrazione di completare il percorso compiuto dalla precedente per sbloccare la caserma. Ricordiamo tutti i proclami dell'allora candidato sindaco Maurizio Saia che non più tardi di un mese fa diceva che bastavano due giorni e una ruspa per aprire il parcheggio su corso Milano".

TRAM FINO ALLA PRANDINA? Due i nodi da sciogliere secondo Silva. Il primo: "La caserma Prandina è destinata secondo i piani del ministero dell'Interno ad ospitare la nuova caserma dei vigili del fuoco, dato che a causa della cartolarizzazione della caserma di via Donà voluta dal ministro Giulio Tremonti, i costi di gestione dell'attuale sono onerosi per il ministero. Si avvii un dialogo con il ministero e con la proprietà della caserma dei vigili del fuoco per evitare questo trasferimento e subito si firmi una convenzione per la concessione dell'area al Comune in comodato d'uso gratuito". Il secondo: "Sono disponibili oltre 40 milioni di euro al ministero dei trasporti messi in legge finanziaria su stimolo del senatore del Pd Giorgio Santini: in attesa di sciogliere il nodo della linea da Voltabarozzo allo stadio chiediamo all'amministrazione comunale di attivarsi per realizzare una linea che porti il tram da piazza Garibaldi al park Prandina in maniera da rendere il nuovo parcheggio il vero cuore pulsante dall'area ovest della città. I finanziamenti ci sono, basta ora la capacità progettuale e la volontà politica".

LA REPLICA. “Se Silva voleva il parcheggio all'ex caserma Prandina - ha replicato Davide Favero, capogruppo della Lega in consiglio Comunale - poteva chiedere a Bitonci di entrare in lista con noi, visto che il progetto è uno dei tanti punti del programma per cui i cittadini ci hanno preferito: forse nella civica Prima Padova lo avrebbe accettato. Oggi rimprovera l'amministrazione appena insediata perché, in meno di un mese, è riuscita 'solo' a sgomberare da occupanti abusivi un'area che, per 10 anni, nonostante le ripetute richieste di tutte le associazioni di commercianti e di residenti, è stata deliberatamente abbandonata al degrado. Stupisce che, da sostenitore dell'ideologia della 'bicicletta a tutti i costi', si riscopra oggi amico delle auto. Il suo ravvedimento ci piace: per lui le porte sono comunque sempre aperte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento