rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Politica Sacra Famiglia / Via Monte Pertica, 1

Parco del Basso Isonzo: il rustico di via Bainsizza diventerà il Museo dell'Agricoltura

L'assessora Chiara Gallani dopo la delibera che autorizza i lavori per il parco: "E' un’oasi di natura urbana, questa è un’occasione di riqualificare il paesaggio"

Passo avanti per la realizzazione del Parco del Basso Isonzo. La giunta ha approvato il progetto esecutivo di 300 mila euro, finanziato con contributo statale nell’ambito del “piano periferie”, per la ristrutturazione del rustico in via Bainsizza. 

Museo dell'agricoltura

L’intervento approvato rientra in Padova Smart City - Progetto per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie ed è inserito nell’ambito dell’intervento sul Parco del Basso Isonzo. I lavori consentiranno il recupero dell’edificio di via Bainsizza che sarà destinato ad attività culturali e divulgative, con la creazione di un “Museo dell’Agricoltura” che ospiterà anche laboratori didattici, incontri, convegni. Uno spazio integrato nell’area del Campo dei Girasoli, 40 mila metri quadrati realizzati nel 2011, e del Parco del Basso Isonzo, progetto elaborato nel percorso di Agenda 21 nel 2006 e approvato in un Piano Guida nel 2007. 

Spazio verde

L’edificio rurale è già stato oggetto di una prima serie di lavori per la messa a norma antisismica ed energetica e con la predisposizione per gli impianti e l’allacciamento alle reti pubbliche. Oltre al completamento degli impianti con il nuovo intervento verranno realizzate le finiture interne ed esterne e sarà creata un’aia di fronte al portico, oltre ai vialetti di collegamento con il vicino Campo dei Girasoli. «Valorizzare tutta l’area del Basso Isonzo è un obiettivo importante per noi - ha spiegato in una nota l’assessora al Verde, Chiara Gallani, uno spazio che possa diventare un punto di riferimento per i padovani, un’oasi di natura urbana e un’occasione di riqualificare il paesaggio. Una volta sistemato l’edificio di via Bainsizza potranno partire nuovi progetti e l’area del parco, che già oggi è molto apprezzata da tante persone, avrà un punto di riferimento che potrà ospitare attività culturali e didattiche, indispensabile complemento a un’area verde così strategica. Per farla vivere al meglio servirà il contributo di idee e partecipazione di tutti». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Basso Isonzo: il rustico di via Bainsizza diventerà il Museo dell'Agricoltura

PadovaOggi è in caricamento