menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Colli, mercoledì nomine rappresentanti dell'organo esecutivo. O forse no

Le associazioni ambientaliste sono preoccupate che si arrivi a delle nomine senza prima una discussione sui contenuti e quindi auspicano un rinvio

Mercoledì 28 agosto a Este è prevista la riunione della comunità del parco, di cui fanno parte sindaci, rappresentanti delle associazioni del turismo, dell'agricoltura, ambiente, caccia e pesca. In 24 sono chiamati a eleggere due dei rappresentanti dell'organo esecutivo del Parco stesso. Le associazioni ambientaliste sono preoccupate che si arrivi a delle nomine senza prima una discussione sui contenuti. 

Nomine 

«Le associazioni - spiegano con un comunicato dal Coordinamento delle Associazioni ambientaliste del parco dei Colli Euganei - ritengono che sia inaccettabile che vengano anteposti i nomi ai programmi. In base a cosa dovrebbero essere identificati i soggetti più idonei a condurre il Parco, se non in base a un programma, ad un piano di azione che fin da subito dimostri che il “rinnovato” Parco ha cambiato rotta? Quest'anno ricorrono i 30 anni dall'istituzione del Parco, e siamo alla vigilia di una ripartenza, dopo un lungo periodo di crisi profonda, una ripresa piena di incognite, ma anche di aspettative. Per rilanciare questo Ente è fondamentale la sempre maggiore responsabilizzazione dei protagonisti del territorio dentro e fuori le istituzioni, il potenziamento della partecipazione e del coinvolgimento dei cittadini che lo abitano e di quelli che lo frequentano e lo amano, il recupero di credibilità e consensi attraverso l’informazione puntuale e trasparente e l’azione fondata sulle buone pratiche. A questo scopo, prima ancora di nominare i rappresentanti, è necessario discutere e condividere un programma di massima in quanto imprescindibile e inderogabile strumento qualificante delle attività del Parco stesso su cui poi il Consiglio Direttivo eserciterà le sue competenze esecutive e amministrative. Per questo motivo mercoledì prossimo, i rappresentati delle associazioni, proporranno all'assemblea di posticipare la votazione,  Posticipare la votazione per il tempo strettamente necessario  alla indispensabile definizione di un programma qualificante che sia concreto e attuabile da subito del quale hanno già tracciato alcune linee intorno alle quali discutere. Le Associazioni confidano nel fatto che chiunque abbia a cuore e creda davvero nelle potenzialità del Parco, non potrà che condividere questa posizione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento