menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano Freddo, l'assessora Nalin: «Nessun calo dell'utenza a causa del Covid»

«I servizi di accoglienza invernale per  le persone senza fissa dimora attivati dal Comune di Padova non  hanno visto un calo degli utenti a causa del Covid»

I servizi di accoglienza invernale per  le persone senza fissa dimora attivati dal Comune di Padova non  hanno visto un calo degli utenti a causa del Covid. Anzi. Lo ha dichiarato all'Agenzia Dire l'assessora al sociale del Comune di Padova, Marta Nalin: «Quest'anno, forse anche per il freddo maggiore rispetto agli  anni passati, siamo riusciti ad agganciare anche tre o quattro  persone che finora non si affidavano ai servizi di ospitalità». 

Covid

«Le procedure anti-Covid, che prevedono tampone e  visita medica prima dell'assegnazione ad una delle strutture  disponibili, utilizzo della mascherina in tutti i locali tranne la camera assegnata e misurazione della temperatura ad ogni  ingresso, non hanno quindi scoraggiato - ha evidenziato l'assessora - i soggetti senza fissa  dimora.  Il fatto che i posti siano assegnati per tutta la durata del  periodo di accoglienza in modo da evitare per quanto possibile i  contatti tra gli ospiti delle diverse strutture, inoltre, ha  consentito di avere "una continuita' nella relazione con le  persone». L'amministrazione comunale ha comunque  predisposto una procedura per l'isolamento dei soggetti che dovessero presentare sintomi compatibili con il covid. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento