Piazzale Boschetti, sopralluogo alle palazzine Liberty

Appartengono a 16 differenti proprietari. L’idea è quella di una permuta con dei terreni dell’Iris. L'amministrazione mira a recuperare piazzale Boschetti e ampliare uno dei polmoni verdi della città

Si è svolto,  nella mattinata di giovedì 10 gennaio, un sopralluogo nelle due palazzine in stile liberty, che si trovano in  in stato di abbandono e degrado in Piazzale Boschetti. I due edifici sono stati ispezionati dal soprintendente Andrea Alberti, dall’assessore alla cultura Andrea Colasio, dall’architetto progettista del restauro Lorenzo Attolico e dall’ingegnere incaricato della perizia di stima, Giuliano Marella.

16 proprietari

I due edifici, dal 2005, su decisione della soprintendenza, sono soggetti a un vincolo che anche in questa occasione è stato confermato. Appartengono a sedici differenti proprietari. L’idea è quella di una permuta con dei terreni dell’Iris dove esiste il infatti il progetto di ampliamento del parco. Gli obiettivi da parte dell'amministrazione sono due: recuperare quell'area grazie all'intervento di dei privati e ampliare uno dei polmoni verdi della città. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parco Iris

Per evitare nuova cubatura al parco Iris, infatti, dove era in piedi un vecchio progetto che prevedeva villette e residenze al posto del verde, si è pensato di seguire un percorso sulla falsariga di quanto accaduto con la Prandina e le palazzine di via Anelli. Lorenzoni ha quindi affrontato la trattativa con i 16 privati di “Iris Srl”, “Eisp Srl” e “Rgl Srl”, che sono i  titolari del piano che è risalente all’epoca Zanonato. Così sono state individuate le palazzine in piazzale Boschetti. Le parti si sono date come scadenza ultima il 6 marzo, per chiudere l’accordo e c’è palpabile ottimismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Pauroso incendio in un complesso residenziale: fiamme domate dai pompieri dopo ore

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

Torna su
PadovaOggi è in caricamento