rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Politica

Pnrr e piccoli comuni: dalla Regione un segnale al Governo

L'atto di indirizzo è stato sottoscritto da tutti i capigruppo consiliari

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato, con voto unanime, l’atto di indirizzo, sottoscritto da tutti i capigruppo consiliari, che esorta il Governo nazionale «a ridefinire i criteri» nel riparto delle risorse dei progetti di rigenerazione urbana sostenuti con il Piano nazionale di ripresa e resilienza, il Pnrr. L'esclusione di molti Comuni del Veneto dai finanziamenti del Pnrr, molti infatti sono i progetti ammessi a contributo ma non finanziati ha generato malcontento e qualche inevitabile, anche giustificata, polemica.

Minoranza 

«Siamo intervenuti in Consiglio approvando una risoluzione unanime - spiega la consigliera eletta nelle liste de Il Veneto che vogliamo, Elena Ostanel - su questo tema, un buon segnale di unità d’intenti, ma certamente da sola non basta. Come ho detto in Aula serve che la Regione si metta a disposizione dei Comuni, soprattutto di quelli più piccoli, sostenendoli nella presentazione di progetti all’altezza di questa sfida. Ma è necessario anche che il Governo ripensi i criteri che ha utilizzato. Serve, ovviamente, tener conto della vulnerabilità sociale delle comunità, ma è indispensabile che si valuti la condizione attuale, colpita da anni di pandemia, e non dati vecchi di più di dieci anni, come si è invece fatto. E serve sicuramente aggiungere ai criteri di valutazione anche la vulnerabilità dei territori e dell’ambiente. Penso ad esempio al consumo di suolo e al rischio idrogeologico che tanto hanno colpito la nostra regione. Con queste attenzioni il Veneto sarebbe stato sicuramente premiato. Ora facciamo il possibile per non perdere questa grande occasione, la Regione intervenga».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr e piccoli comuni: dalla Regione un segnale al Governo

PadovaOggi è in caricamento