rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
ELEZIONI 2022

Altri guai nella Lega: Polato assessore fa infuriare i militanti vigontini

Il neoeletto Gianmaria Boscaro cede alle imposizioni dall'alto e nomina il coordinatore provinciale, ma dal partito c'è la dichiarazione di guerra

I risultati negativi della Lega a Padova hanno degli strascichi anche in provincia. A Vigonza, dove ha vinto Gianmaria Boscaro, che oggi 21 giugno ha nominato assessore il coordinatore provinciale, Marco Polato. Polato però era candidato a Padova, dove non è riuscito ad entrare in consiglio comunale, arrivando quinto in lista con soli due posti a disposizione della Lega. E se a Padova è in corso una guerra per colpire i responsabili della netta sconfitta di Francesco Peghin (e qualcuno è disposto a scendere in piazza per mostrare vicinanza ai non eletti Alain Luciani e Vanda Pellizzari), anche a Vigonza c'è aria di fuoco amico. Tra i più infuriati c'è Walter Grandesso, che nelle chat bollenti della Lega ha informato tutti in anticipo della nomina di Polato come assessore della giunta Boscaro («ha usato il suo ruolo» scrive Grandesso). Grandesso è capogruppo consiliare della Lega e come rappresentante più votato dai vigontini ha fatto sapere ai vertici del Carroccio di non condividere il modus operandi: «Ritengo sia giusto che il nominativo dell'assessore da nominare sia espressione di una condivisione locale e non un imposizione dei vertici del partito - sostiene Grandesso - .Personalmente ho fatto un passo indietro preferendo rimanere consigliere e non chiedendo per me la nomina ad assessore nonostante, viste le preferenze, mi spettasse. Non posso però accettare l'imposizione di nominativi che si vogliono autoimporre come assessori senza condivisione con la base. La Lega non è questo, tanto più se visto il disastro di Padova bisogna usare il nostro lavoro per trovare un posto con stipendio». Sotto accusa anche il commissario Amerigo Magro che non avrebbe favorito una sintesi, facendosi invece da garante per la nomina di Polato. In giunta entrano anche Filippo Pastore, Sabrina Boscaro, Giulia Valveri e Massimiliano Cacco.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri guai nella Lega: Polato assessore fa infuriare i militanti vigontini

PadovaOggi è in caricamento