Politica

Polemica su rimborsi degli abbonamenti degli studenti. La replica di BusItalia: «Aspettiamo disposizioni»

«Busitalia Veneto è attualmente in attesa di disposizioni relative alle procedure di ristoro da adottare. La società sottolinea che terrà in considerazione tutte le richieste che dovessero nel frattempo pervenire»

In merito all’articolo "Studenti e Busitalia: genitori protestano per mancati rimborsi e successivi rincari", pubblicato sulla nostra testata nella mattina 15 gennaio, Busitalia Veneto ha inviato una nota, con la quale precisa «che le indicazioni relative alla procedura di rimborso sono state pubblicate il 28 agosto sul sito internet dell’azienda. Il form online – fruibile anche da smartphone e tablet – è rimasto attivo fino al 31 ottobre. Per agevolare chi non avesse uno scanner, era possibile caricare scansioni e foto dei documenti richiesti. Attraverso questi strumenti Busitalia Veneto ha raccolto oltre 15mila richieste nel pieno rispetto di quanto disposto dalla Legge n. 77 del 17 luglio 2020. Come precisato dalla procedura pubblicata sul sito, ai fini del rimborso il termine massimo di mancata fruizione dell’abbonamento è pari a 101 giorni, ovvero il periodo di chiusura delle scuole rispetto al calendario scolastico regionale (27 febbraio – 6 giugno)».

Ordinanza regionale

«A questo proposito, si evidenzia - prosegue la nota di BusItalia - che a seguito dell’ordinanza della Regione Veneto sul prolungamento della didattica a distanza per il mese di gennaio, Busitalia Veneto ha deciso autonomamente di venire incontro alle famiglie degli studenti che avessero acquistato un abbonamento per il mese di gennaio. In questo modo sarà infatti possibile annullare gli abbonamenti mensili acquistati entro il 5 gennaio e spostarne la validità a febbraio in vista dell’eventuale ripresa dell’attività scolastica in presenza.

Richieste

«Infine, per chi non ha potuto fruire dell’abbonamento nei mesi di novembre e dicembre a causa degli ulteriori provvedimenti restrittivi agli spostamenti e della sospensione dell’attività scolastica in presenza, Busitalia Veneto è attualmente in attesa di disposizioni relative alle procedure di ristoro da adottare. La società sottolinea che terrà comunque in considerazione tutte le richieste che dovessero nel frattempo pervenire e, non appena ci saranno aggiornamenti in merito, fornirà tempestivamente comunicazioni al riguardo sul proprio sito».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica su rimborsi degli abbonamenti degli studenti. La replica di BusItalia: «Aspettiamo disposizioni»

PadovaOggi è in caricamento