Stadio Appiani, il progetto affidato a Stefano Liccardo: polemiche sulla ristrutturazione

Si alza la tensione a palazzo Moroni dopo la scelta di affidare le opere di riqualificazione al figlio dell'avvocato Liccardo, amico di Giordani. Luciani: "Manca il buonsenso"

Sarà l'architetto Stefano Liccardo a progettare i lavori di ristrutturazione dello stadio Appiani, come previsto dall'affidamento diretto da circa 32mila euro assegnato dal Comune. Ma, come riporta Il Corrirere del Veneto, la scelta del professinista 45enne sta sollevando un polverone a palazzo Moroni.

Tensioni interne

Non tanto per i lavori in sè, che da tempo sono argomento di accese discussioni, quanto per la figura di Liccardo, figlio del noto avvocato Mario, fortemente legato al sindaco Giordani. E che in questo periodo i rapporti tra l'amministrazione comunale e gli ambienti del calcio padovano non siano propriamente rosei è risaputo. Lo confermano le contestazioni ricevute dal primo cittadino la sera del 6 maggio, quando durante la festa in piazza dei Frutti per la promozione inserie B del Calcio Padova è stato fischiato dagli ultras. A peggiorare le cose le scuse tardive del presidente Bonetto.

Amicizia scomoda

Dopo meno di tre settimane, a far tornare alta la tensione è la notizia che i lavori di abbattimento della gradinata est dello stadio e di riqualificazione dell'area che tra piazza Rabin e via Marghera sono stati assegnati al figlio del 75enne avvocato Mario Liccardo. Già assessore dal 1985 al 1993 e membro dell'Aicb (Associazione italiana club biancoscudati), Liccardo è stato tra i maggiori sostenitori della candidatura di Giordani a sindaco.

Luciani incatenato allo stadio

La mossa di palazzo Moroni non è passata inosservata e ha scatenato non pochi malumori nella politica cittadina. In prima linea il leghista Alain Luciani, che dichiara alla stampa di essere pronto a incatenarsi alla gradinata sia per salvaguardare la costruzione sia, soprattutto, per protestare contro l'inopportunità della scelta di affidare i lavori a Liccardo. Nulla di illegale, ma una decisione contro il buonsenso secondo il consigliere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Liccardo disposto al ritiro

Immediata la replica dell'architetto, che si dichiara pronto a rinunciare all'incarico pur non vedendo nulla di scorretto nella procedura adottata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento