rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica Teolo / Via Roma

Potature "selvagge" nei comuni dei Colli: «Così si uccidono gli alberi»

Sotto accusa la pratica della "capitozzatura", molto pericolosa per la salute degli alberi e che li rende più deboli e meno resistenti a fenomeni atmosferici violenti. Il caso più clamoroso quello di piazza Perlasca a Teolo, ma situazioni simili sono presenti anche a Baone e sul monte Gemola

A lanciare l'allarme un arboricoltore che risiede sui Colli ma in realtà in tanti tra i residenti dei comuni di Baone, Teolo ma anche di Abano, si sono detti sconcertati nel vedere come sono stati realizzati i lavori di potatura degli alberi. Non solo per quanto riguarda il patrimonio pubblico, ben inteso, anche se è inevitabile che è quello che colpisce di più. Per la cura degli alberi e il verde ogni comune incarica ditte per la manutenzione delle piante ma non sempre va come dovrebbe. I comuni appaltano i lavori a chi offre il servizio a meno costo, come accade per tutti gli appalti pubblici, o si appoggiano a volontari e le conseguenze possono essere disastrose.

E' stato così ad esempio a Teolo, dove ad occuparsi del patrimonio arboreo sono stati i volontari che organizzano le feste comunali che se è vero che hanno fatto risparmiare molti denari alla giunta comunale hanno però compromesso la vita di questi arbusti. Forse per sempre. Questo perché, proprio perché non preparati come lo è un professionista, hanno provveduto a quella che viene definita "capitozzatura", che rimuove il 50-100% della chioma di un albero. Senza la parte che produce l'energia necessaria ad una pianta, le foglie, la stessa faticherà a sopravvivere e comunque ci vorrà tempo affinché ne ricresca la chioma. Inoltre la piazza così rimane spoglia e di fatto, con l'estate alle porte, invece che diventare luogo di refrigerio per chi ci abita, si è di fatto creata un'isola di calore che prima non c'era. In tempi in cui si parla di rinverdire i centri urbani come risposta alla crisi climatica in atto, è chiaro che quanto accaduto sta facendo molto discutere.

Se quello di Teolo è il caso più evidente anche per le dimensioni e l'importanza del comune dove è avvenuto, non sconcerta meno l'esito che ha portato interventi simili in municipi come quello di Baone. Inoltre molti privati hanno agito nello stesso modo nei confronti di alberi che sono presenti in diverse proprietà. Segnalazioni di questo tipo arrivano per esempio da Abano Terme o riguardo l'intervento fatto sul monte Gemola. Proprio in queste settimane, anche in comuni di altre regioni, esperti e associazioni che si battono per la difesa del patrimonio arboreo non fanno che ripetere quanto la pratica della capitozzatura sia dannosa e di come renda fragili gli alberi quindi meno resistenti al vento anche molto forte che si verifica quando ci sono trombe d'aria e fenomeni meteo violenti, che stanno diventando sempre più diffusi. Inoltre c'è la problematica legata alla difesa delle biodiversità, visto che è sugli alberi che diverse specie vanno a nidificare. 

Per questo è stato invitato il Parco Colli ad intervenire per regolamentare al meglio questo tipo di interventi in modo da salvaguardare l'eco sistema del Parco e allo stesso la salute degli alberi e di conseguenza delle persone. Non solo quelle che ci abitano. 

La pratica della capitozzatura può essere davvero dannosa per gli alberi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potature "selvagge" nei comuni dei Colli: «Così si uccidono gli alberi»

PadovaOggi è in caricamento