Appuntamento in Prefettura per sindacati e precari della scuola

Chiedono un piano di stabilizzazioni attraverso concorsi straordinari. E’ questo l’obiettivo del presidio che si terrà il 14 ottobre, alle 15.30, davanti alla prefettura di Padova, organizzato da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Fgu Gilda

Un piano di stabilizzazioni attraverso concorsi straordinari. E’ questo l’obiettivo di un presidio che si terrà il 14 ottobre, alle 15.30, davanti alla prefettura di Padova, organizzato da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Fgu Gilda. L’iniziativa è stata promossa a livello nazionale e si svolgerà contemporaneamente in diverse piazze d’Italia.

Sindacati

I sindacati della scuola chiedono al governo di stabilizzare, tramite prova orale e valutazione di titoli, i docenti con tre anni di servizio, l'unico modo per garantire in tempi brevi e certi la copertura delle cattedre e la continuità didattica; e di stabilizzare su sostegno tramite prova orale i docenti specializzati: personale già selezionato per garantire la continuità didattica agli alunni con disabilità. Lo svolgimento in presenza delle prove in piena epidemia esclude infatti tutti i precari in situazione di quarantena in concomitanza della prova e contribuisce ad aumentare il rischio dei contagi. Infine si chiede l’avvio dei percorsi abilitanti a regime per tutti e in particolare per i docenti con tre anni di servizio. Al sit-in, che si svolgerà nel rispetto delle misure per il contenimento dei contagi, parteciperà una rappresentanza dei sindacati e una dei lavoratori precari.

Scuola

I segretari generali di Flc Cgil Mara Patella, Cisl Scuola Giovanni Vascon, Uil Scuola Loris Bortolazzi, Snals Confsal Rocco Italiano e Fgu Gilda Renata Mosca hanno chiesto un incontro con il prefetto di Padova Renato Franceschelli, in concomitanza con il presidio, per presentare «il disagio di centinaia di lavoratori precari della scuola della provincia di Padova. Queste lavoratrici e questi lavoratori – si legge nella richiesta – con la loro presenza, che a Padova si attesta sul 40% del personale della scuola, permettono alle istituzioni scolastiche di espletare il loro ruolo e consolidare il presidio dello Stato sul territorio.La decisione del Governo di avviare, in un contesto di emergenza sanitaria, lo svolgimento delle prove del concorso straordinario e, a seguire, di un maxi-concorso con oltre 500.000 candidati esporrà la scuola e il personale coinvolto a un possibile aumento dei contagi e al rischio che molti precari, trovandosi eventualmente in situazione di contagio o di quarantena come effetto del lavoro che svolgono, siano esclusi dalla partecipazione al concorso.Le misure annunciate per la riapertura delle scuole che avrebbero assicurato la presenza dei docenti e del personale della scuola in tempo utile si sono dimostrate un fallimento, con un susseguirsi di ritardi ed errori nelle graduatorie, creando disagi sia per quanto riguarda le nomine in ruolo che l’assunzione dei supplenti a oggi ancora non risolti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prefettura

«Con l’incontro – conclude la lettera dei sindacati al prefetto – Le chiediamo di rilevare e segnalare, al Governo e ai Ministeri interessati, la grave situazione in cui versano queste lavoratrici e questi lavoratori che operano con professionalità e serietà, rispetto ai quali si è abusato del ricorso al contratto a termine senza mai offrire loro alcuna reale possibilità di abilitazione o di stabilizzazione e altresì trasmettere la difficoltà per le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi, di esercitare pienamente il diritto allo studio sancito dalla Costituzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento