rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica

L'on. Raduzzi attacca la maggioranza sul caso dei Css a Monselice

Raduzzi (Alternativa): «Css nel Cementificio di Monselice. La pugnalata ai cittadini a Roma, ma sul territorio, tutti paladini della salute. L’incoerenza regna sovrana»

«E’ davvero singolare - commenta il deputato di Alternativa membro della commissione bilancio alla Camera Raphael Raduzzi - come le posizioni di alcuni colleghi parlamentari mutino in così poco tempo diventando paladini in difesa della salute cittadina, dopo essersi solo qualche mese fa, dichiarati favorevoli a semplificare e velocizzare proprio l’incenerimento del css- combustibile. A luglio, è paradossale, proprio quei parlamentari che oggi interrogano Cingolani votarono il decreto semplificazioni che ha previsto una serie di accelerazioni e snellimenti burocratici che favoriscono la sostituzione nel processo di incenerimento dei combustibili tradizionali con il CSS-combustibile».

Css

«Da luglio basta ormai una sola comunicazione all’autorità competente e dopo 45 giorni, anche se non vi è alcuna risposta, l'incenerimento del CSS viene autorizzato. Oltre 300 sono stati i voti favorevoli da parte di tutta la maggioranza di Lega, Forza Italia, Italia Viva, Leu, Partito Democratico e Movimento5 Stelle. Gli stessi che hanno bocciato anche un emendamento di Alternativa che proponeva lo stralcio di questa norma. Mi chiedo quindi con quale faccia tosta ci si possa presentare davanti ai cittadini come paladini dell’ambiente e della salute. Siamo stati eletti per fare delle norme giuste, non per fare finta di opporsi a leggi che passano grazie ai nostri voti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'on. Raduzzi attacca la maggioranza sul caso dei Css a Monselice

PadovaOggi è in caricamento