Minacce ai bambini in una scuola dell'Alta, le reazioni politiche: «Episodio gravissimo»

Donazzan: «La violenza va sempre condannata, quando però, ha come vittima dei minori indifesi, ci si aspetta dallo Stato punizioni esemplari ed in tempi certi»

L'assessore Regionale all’Istruzione Elena Donazzan interviene sull’episodio di violenza verbale a danno di alcuni studenti avvenuto a San Giorgio in Bosco: «Trovo gravissimo l’episodio che ha visto due Rom entrare senza alcuna autorizzazione nella scuola primaria e minacciare verbalmente, per futili motivi, due giovanissimi ed indifesi. Siamo di fronte ad una vera e propria spedizione punitiva da parte di una famiglia Rom per difendere un loro caro: situazioni come queste rappresentano un grave precedente, una minaccia che va condannata con fermezza per prevenirne strascichi o reiterazioni i minori a difesa dei quali è scattata questa ritorsione meriterebbero allontanati dalla famiglia, dimostratasi violenta e diseducativa. Come già ebbi a dire, se degli italiani si comportassero così per un proprio figlio o nipote, probabilmente un assistente sociale interverrebbe subito e con decisione. La violenza va sempre condannata, nella scuola ancor di più: quando però, come in questo caso, ha come vittima dei minori indifesi, ci si aspetta dallo Stato punizioni esemplari ed in tempi certi»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Miotti

Così Fabio Miotti, Consigliere Provinciale padovano e Consigliere Comunale del Comune di San Giorgio in Bosco, sull’episodio di violenza verbale a danno di alcuni studenti avvenuto ieri: «Un fatto gravissimo che merita una condanna unanime da parte di tutti i cittadini e dalle forze politiche. Non c’è spazio nella scuola per intimidazioni o violenze,  causate, come in questo, caso da chi sceglie di venire a vivere in Italia rifiutando di integrarsi fattivamente con chi in Italia è nato e cresciuto. Auspico la Magistratura agisca in maniera esemplare contro questi individui, e che Dirigenza Scolastica e Amministrazione Comunale prendano immediatamente tutte le possibili precauzioni affinché fatti così gravi non tornino a ripetersi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento