In Regione confermata la Giunta, ma quanti scontenti a Padova

Il Presidente Zaia conferma tutti gli otto assessori uscenti: «Ripartiamo da dove abbiamo lasciato», ha dichiarato il Presidente del Veneto. Ma a Padova non tutti sono contenti

Zaia conferma tutti gli otto assessori uscenti: «Ripartiamo da dove abbiamo lasciato», ha dichiarato il Presidente del Veneto. Sette sono della Lega, uno della Lista Zaia e uno di Fratelli d'Italia. Ma a Padova non tutti sono contenti, soprattutto i tanti che hanno lavorato al successo della Lista Zaia. 

Equilibrio territoriale

Padova nell’equilibrio territoriale Padova è la più grande e popolosa provincia del Veneto, sul tavolo ci sono la questione dell’idrovia, dell’ospedale, l’alta velocità e la Fiera. Eppure Padova perde un assessore, Giuseppe Pan e il solo Fabrizion Boron rappresenterà la città del Santo in consiglio, per quanto riguarda la maggioranza. Il più votato della Lista Zaia era anche tra i più gettonati per un posto in giunta. Il Presidente insiste, ha garantito quello che proprio lui definisce equilibrio territoriale. Però è proprio quell’equilibro territoriale che viene messo in discussione. Sono tanti nel padovano a non sentirsi rappresentati. E lo stanno manifestando anche sui social come si può vedere anche nella pagina dello stesso Zaia. 

Amministrative

Anche in vista delle prossime amministrative, i militanti leghisti padovani sono piuttosto preoccupati. Dalla quasi certezza di avere due assessori la realtà è rappresentata al solo Roberto Marcato. In questo modo, è questo che emerge ascoltando e leggendo i commenti alla decisione di Zaia, si è persa l'occasione di creare una nuova classe dirigente che possa lanciare la sfida per il governo della città alle prossime amministrative. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Forza Italia

Scontenti anche nelle fila di Forza Italia, l'ex capogruppo in Consiglio, Dario Bond, ha dichiarato al Corriere del Veneto: «E' la prima volta che il partito rimane fuori dalla giunta veneta. In una coalizione si rispettano sempre le presenza, anche nel caso di risultato non buono come il nostro. E' lecito chiedersi quindi se invece non si vuole uccidere una parte politica in difficoltà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento