Rifondazione: «Ecco come hanno viaggiato i lavoratori. Da irresponsabili riaprire in queste condizioni»

Immagini che sono scattate da dei pendolari nel primo giorno di riapertura hanno mandato su tutte le furie gli esponenti del Partito: «Gli sportelli sociali di Rifondazione Comunista sono pronti a raccogliere le denunce»

Le immagini a cui si riferiscono gli esponenti di Rifondazione

E' una denuncia grave quella di Rifondazione Comunista di Padova: «Quello che era ampiamente prevedibile è successo. Le migliaia di lavoratrici e lavoratori costretti a muoversi con i mezzi di trasporto pubblico non lo hanno fatto in condizioni di sicurezza. Tutte le chiacchiere sulla fase 2 mostrano la loro totale inconsistenza». Sono immagini che sono scattate da dei pendolari nel primo giorno di riapertura che hanno mandato su tutte le furie gli esponenti del Partito. 

Responsabilità

Le immagini che lavoratori hanno scattato riguardano una corsa etraurbana di un bus, da Padova a Venezia: «Le responsabilità di questo sono di chi ha voluto forzare sui tempi di uscita dal lockdown. Le responsabilità sono del governo, delle società di trasporto che hanno ridotto le corse, delle amministrazioni comunali. Nelle piccole fabbriche non sindacalizzate ci aspettiamo anche di peggio. Siamo di fronte alla irresponsabilità e siamo molto preoccupati». 

Dpcm

«Siamo assolutamente determinati - spiegano in una nota - a inchiodare anche sul piano della responsabilità penale tutti i soggetti responsabili della mancata applicazione delle leggi che più dei DPCM tutelano la salute delle lavoratrici e dei lavoratori, delle cittadine e dei cittadini. Gli sportelli sociali di Rifondazione Comunista sono pronti a raccogliere le denunce».

IMG-20200504-WA0017 (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento